A- A+
Politica
Pd, ora si teme l'addio di Guerini. Ed è rischio fuggi-fuggi. Tutti i nomi


Fonti qualificate della minoranza del Pd non escludono un clamoroso colpo di scena, ovvero l'addio addirittura dell'ex ministro della Difesa, presidente del Copasir Lorenzo Guerini, già leader di Base Riformista che ha perso le primarie (sosteneva Bonaccini). Non solo, anche l'attuale membro della segreteria del Pd, il senatore di Varese Alessandro Alfieri, potrebbe lasciare presto il partito di Schlein. Il tutto accade nonostante il Terzo Polo sia decisamente meno attrattivo di prima con la rottura tra Carlo Calenda e Renzi e ciò significa che il malessere all'interno del Pd è davvero forte e profondo.

Ma ci sono anche altri esponenti importanti che avrebbero - condizionale d'obbligo - la valigia in mano. Ad esempio a Milano nomi di spicco che potrebbero abbandonare i Dem della "massimalista" Schlein sono quelli di Patrizia Toia e Fabio Pizzul. Ma non finisce qui. Occhi puntati anche su un nome di peso torinese: Davide Gariglio. E le indiscrezioni non si limitano al Nord. A Roma ad esempio Patrizia Prestipino potrebbe lasciare il Partito Democratico, così come Lello Topo a Napoli e Giuseppe Lupo in Sicilia.

E infine anche in Sardegna attenzione alle prossime mosse di Gavino Manca. Nomi importanti per i rispettivi territori che rappresentano anche voti per il Pd. Sicuramente Schlein ha ricevuto ieri a Milano molti applausi ma spostandosi forse troppo a sinistra rischia di perdere una parte importante di dirigenti (e di elettori) moderati e cattolici. E l'addio di un uomo navigato e di un big storico per il Nazareno come Borghi lo dimostra in modo inequivocabile.
Iscriviti alla newsletter
Tags:
chi lascia pdpd addiopd enrico borghi addiouscite da pd





in evidenza
Croazia-Italia: Calafiori eroe, ma tutti fanno caso a un particolare...

Sport

Croazia-Italia: Calafiori eroe, ma tutti fanno caso a un particolare...


in vetrina
McDonald's dopo il gelato al bacon bandisce gli ordini con l'IA

McDonald's dopo il gelato al bacon bandisce gli ordini con l'IA


motori
BMW, sulla nuova Serie 7 arriva la guida autonoma di livello 2 e livello 3

BMW, sulla nuova Serie 7 arriva la guida autonoma di livello 2 e livello 3

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.