A- A+
PugliaItalia
Bari capitale dell’unità della Chiesa, frontiera d’un nuovo inizio

Immagine, riferimenti e narrazione sincretica sono riassunti con eleganza ed incisività nel Rosone che fa da fondale al palco allestito a Bari per la celebrazione eucaristica di papa Francesco, a conclusione dell’incontro sinodale di 60 vescovi cattolici provenienti da 20 Paesi e tre continenti: “Mediterraneo frontiera di pace”.

Rosone Bari

E’ il Rosone della Cattedrale di Bari (riconoscibile dall'inconfondibile cerchio centrale, che ha ispirato anche il celebre murale di Sol Lewitt in Sala Murat), tra i suoi raggi ‘solstiziali’ sono state innestate le foglie trilobate del Rosone della Cattedrale di Troia (Fg), con l’azzurro del Mar Mediterraneo a fare da sfondo.

Papa Falcone6

Simbologia e sincretismo sorvolano i campanilismi e indicano un cammino nuovo! L’incrocio, l’intreccio - oggi diremmo meglio le contaminazioni ‘meticce’ - tra i flussi pellegrini lungo la via Francigena e le correnti migranti e transumanti che attraversano il Mare Nostrum, e che a Bari danno vita a un nuovo cammino, per eleggerla - secondo lo stesso Francesco - a “Capitale dell’unità della Chiesa’.

Papa Falcone3

Il Mar Mediterraneo, quindi, che torna ad essere culla di civiltà, lago dalle cui rive si guardano ‘i rivali’ e dove si spera che questo guardarsi da rive condivise possa essere praticato in Pace. Un mare dove la tradizione, nei secoli, si è fatta filosofia. Il pensiero classico: patrimonio comune. Dove la bellezza diventa scultorea e la leggenda, di racconto in racconto, si è trasformata in Storia.

Al centro di quest’azione teatrale, senza tempo e senza confini, Bari - già prima dei processi catalizzatori innescati dalla presenza del Santo ‘meticcio’ di Mira - ne era fulcro e ‘capitale’. Lo avevano capito i bizantini, che a Bari avevano stabilito la sede del loro Catapano, Governatore di tutta l’Italia meridionale. Ma in precedenza gli arabi ne avevano fatto la loro Capitale del Califfato.

Bassetti Foto Dalet

Traffici, cronaca e valorizzazione delle specificità territoriali, nonché il naturale incrocio di sentimenti devozionali interreligiosi, ne confermeranno ed esalteranno funzione e potenziale strategico, per progetti di dialogo e trame di cultura intercontinentale, fino a individuarla come punto d’appoggio per un nuovo “Equilibrio Mediterraneo”.

Ecco perché papa Francesco, convinto anche lui che “Il futuro è nelle radici”, ha scelto Bari - capoluogo della regione regina dell’ospitalità - per farne piattaforma senza età di testimonianze di Pace, attraverso due punti di forza straordinariamente pugliesi: Dialogo e Convivialità.

pizzaballa 1

“Come pastori siamo convinti che sia l’esordio di un cammino, che era necessario intraprendere, per dare risposte alle attese delle nostre Chiese e ai problemi della società, attraverso il Vangelo”, ha spiegato il presidente della CEI, più che soddisfatto per il successo dell’evento barese.Questo Sinodo, che fa seguito all’incontro dei Patriarchi del luglio 2018, è solo l’inizio. O, come ha detto il cardinale Gualtiero Bassetti, “il primo passo”. “È la prima volta che accade nella storia”, ha sottolineato l’Arcivescovo Pierbattista Pizzaballa, Amministratore Apostolico del Patriarcato latino di Gerusalemme, “Ma non sarà l’ultima”.

Natale4 rosone troia310

L’inizio di un nuovo cammino - sintetizzato negli 11 raggi del Rosone di Troia - alla luce celebrata nei riflessi del Rosone di Bari nella sua Cattedrale, quelli della Verità e dell’Amore disinteressato per il prossimo - anche e soprattutto quando ti attacca e tifa del male - in una continua navigazione lungo le rotte della Pace.

“Pertanto - ha ribadito Francesco, citando Giorgio La Pira - lasciamoci guidare dalle altezze della povera gente. Siamo all’altezza di quel gioiello esortativo lasciatoci da Paolo VI, per esercitare la Religiosità, praticando la Pietà. Unendo i contenuti poliedrici della fede alle ricchezze plurali del nostro patrimonio artistico”.

Papa Falcone2

“Il fine ultimo è la Pace - ha insistito papa Francesco - facciamo in modo, allora, che gli interventi di pace non siano soltanto militari. Tacciano le armi e il loro tremendo crepitio, per ascoltare le lacrime dei bambini e delle vittime. Non accettiamo che chi giunge per mare venga respinto o lasciato morire”.

E poi ancora: “Quanta ipocrisia nei Paesi che parlano di Pace, ma continuano a vendere armi ai popoli in guerra. La guerra è contraria alla ragione, essa trasforma il Giardino Terrestre in Inferno. Una pazzia a cui non possiamo rassegnarci. Una follia, perché certifica il fallimento di ogni progetto umano e divino”.

“Le purezze delle razze non hanno futuro - ha concluso il Santo Padre nel suo saluto ai Vescovi cattolici del Mediterraneo - per questo il meticciato di un testimone come San Nicola è la via che indica la Madonna Odegitria, patrona di Bari. Per questo, la Puglia è importante per la Pace nel mondo!

(gelormini@gmail.com)     

Photo evento a cura di Michele Falcone

--------------------------------- 

Pubbblicato sul tema: ‘Mediterraneo frontiera di pace’, la colomba tra gli Apostoli

Loading...
Commenti
    Tags:
    bari puglia francesco papa frontiera pace nuovo inizio chiesa unità vescovi sinodo rosone civiltà culla mediterraneo mare
    Loading...
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Coronavirus, Mes: l’Italia fa la fine della Grecia. Precipitiamo nell'abisso
    Di Diego Fusaro
    Italia come Gesù e un giovedi Santo da fare invidia a Giuda.
    La zampata dell'Orso, Marco Giannini
    Ascolti tv, Signorini supera la “prova del fuoco”. Bis dietro l’angolo
    Di Francesco Fredella
    i più visti

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.