A- A+
PugliaItalia
Brindisi, Angela Carluccio si è dimessa. Crisi riaperta

Il sindaco di Brindisi, Angela Carluccio, brucia sul tempo i 17 consiglieri pronti a sfiduciarla - con l'ormai tradizionale appuntamento della firma di gruppo davanti a un notaio - dimettendosi da Prima Cittadina e affidando il futuro politico-amministrativo della città ai classici bizantinismi che di solito "cambiano tutto senza cambiare niente".

Carluccio Angela3

La città si direbbe attanagliata dall'articolato e "diffuso" problema dei rifiuti, che sembra indebolire dall'interno - fino a farle cadere - ogni prova o versione amministrativa, dato che dopo la caduta e l'arresto del sindaco precedente Mimmo Consales, si è già alla terza declinazione del manadto Carluccio - a solo un semestre dalla sua elezione - che con la mossa delle dimissioni dà l'impressione di voler puntare alla versione n. 4.

caputo brindisi
 

Il ginepraio rifiuti non pare riesca ad essere dipanato e a poco è servito il tentativo della Carluccio di avocare sè la delega, dopo il rimpasto di giunta dello scorso gennaio. Anzi, probabilmente proprio questo a scatenato le reazioni interne alla stessa maggioranza. Qualcuno invoca anche l'esercito - se non fosse impegnato su altri fronti di intervento - per sottrarre il comparto alle lobby e provare a sterilizzare un fronte che di per sè si presenta come "sporco".

Si dice stanca e nauseata, Angela Carluccio, che poi dichiara. "Voglio ripartire con un progetto politico condiviso con una mia maggioranza, allargandolo a quanti vogliono veramente lavorare per il bene della città". Pare che il fronte dei 17 si stia già sfaldando. Il rientro dei border-line è nella logica delle cose.

(gelormini@afrfaritaliani.it)

--------------------------------

Pubblicato sul tema: Brindisi, ci sono le firme per dimissionare il sindaco Carluccio

 

 

Tags:
angela carluccio sindaco brindisi dimissioni crisibrindisi amministrazione comunale crisi sfiducia sindaco angela carluccio
Loading...
i blog di affari
Covid, lo smart working è il paradiso soltanto per i gruppi dominanti
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Lotta contro il razzismo, l'ennesimo strumento di controllo del tecnocapitale
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Riminaldi incontra il Guercino e i giganti del Barocco
Gian Maria Mairo
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.