A- A+
PugliaItalia
Comunali, Laforgia: “Non mi candido”. Ecco dove votare alle primarie

Bari – Sui social ha ripreso a circolare un suo intervento di circa un anno fa sulla questione cultura nel capoluogo ma Nicola Laforgia ha le idee chiare: in questa tornata delle Comunali non sarà della partita. “Non mi candiderò alle prossime elezioni. Non lo farò, perché ritengo che due mandati di consigliere comunale siano sufficienti e che altri debbano provarci”, spiega l’ex assessore di Sel, garantendo di continuare a fare politica anche senza lo scranno a Palazzo di Città e non nascondendo la convinzione che il ruolo di consigliere possa svolgersi anche gratuitamente.

Quello dei grandi contenitori, dal Petruzzelli al Margherita, si annuncia nodo tutt’altro che semplice dopo cinque anni con le deleghe affidate interamente al primo cittadino, tanto che Antonio Decaro ha già premesso la nomina di un titolare ad hoc per il dicastero e provato ad allargare lo spettro, spostando i riflettori dal rosso Politeama: “Cultura è anche un non luogo e non è solo teatro, se chiudiamo Via Trevisani, illuminiamo un balcone e mettiamo su quest'ultimo un pianoforte, stiamo facendo cultura. Così come, se chiediamo ai commercianti di pagare - per una volta - la retta a studenti meritevoli del Conservatorio o dell’Accademia delle Belle Arti, in cambio della promessa di animare con le loro attività i luoghi dello shopping, stiamo utilizzando un non luogo”, ha lanciato l’onorevole dem, proprio davanti alla platea dei vendoliani. 

E anche Laforgia torna sull’argomento con più di una chiosa a tema. “Peccato che negli ultimi cinque anni la cultura sia sparita dall’azione di governo cittadino in un assordante silenzio generale. Non basta scrivere programmi, più o meno “colti”, è necessario invertire la tendenza degli ultimi anni”, manda a dire ai suoi, ammonendo: “Abbiamo celebrato la partecipazione condivisa della gente, ma rimane del tutto aleatoria (o magari diventa un alibi), se non vi è una diffusa capacità di comprensione dei problemi”. In compenso, in fatto di partecipazione, il countdown per le primarie del centrosinistra avanza serrato, insieme ai timori - palesati da Michele Emiliano - che una eventuale vittoria di Giacomo Olivieri possa preludere allo scollamento in campo democratico. Intanto, definiti anche i seggi nelle varie circoscrizioni. Di seguito, tutti i fronti del voto:

I CIRCOSCRIZIONE - PALESE, SANTO SPIRITO
Hotel La Baia - via Vittorio Veneto, 29/A

II CIRCOSCRIZIONE - SAN PAOLO, STANIC, VILLAGGIO DEL LAVORATORE
Sede Realtà Italia - via Cacudi, 8

III CIRCOSCRIZIONE - PICONE, POGGIOFRANCO
Parco Don Tonino Bello - viale Gandhi

IV CIRCOSCRIZIONE - CARBONARA, CEGLIE, LOSETO
Sede PD - piazza Umberto

V CIRCOSCRIZIONE - JAPIGIA, TORRE A MARE
Sede PD - via Clinia, 2

VI CIRCOSCRIZIONE - CARRASSI, SAN PASQUALE
Hotel Rondò - corso A. De Gasperi, 308

VII CIRCOSCRIZIONE - MADONNELLA
Sede PD - via Zara

VIII CIRCOSCRIZIONE - LIBERTÀ, SAN GIROLAMO, FESCA
Hotel Sette Mari - via Verdi, 60

IX CIRCOSCRIZIONE - MURAT, SAN NICOLA
Hotel Palace - via Lombardi, 13

a.bucci1@libero.it

(Foto: Antonio Volpe)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
comunalilaforgiaselbaridecaroprimarieseggiolivieriemilianosannicandro
i blog di affari
Super Green Pass al via: un ricatto, una forma di apartheid
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, l'Italia? Laboratorio del capitalismo terapeutico su scala planetaria
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Lo Sportivo Straniero in Italia: Importante Convegno
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.