A- A+
PugliaItalia
Foggia, emozione in città Riapre il Teatro Giordano

di Antonio V. Gelormini

Sembrava non dovesse finire mai il sogno, diventato incubo, del Teatro 'Umberto Giordano' CHIUSO. Una morsa angosciante, che testimoniava quotidianamente il ripiegamento apatico e rassegnato della città di Foggia sul proprio declino e sulla deriva diffusa delle speranze.

E invece un 'rigurgito' di orgoglio cittadino è riuscito a farsi strada tra una serie innumerevole di difficoltà e di impedimenti burocratico-amministrativi, consentendo al sindaco, Franco Landella, il classico taglio del nastro "rigorosamente verde-speranza". E sulle note suggestive dell'Andrea Chenier nuovi colori hanno acceso la facciata del Teatro che riapriva le sue porte, tornando a riempire il foyer, la platea, i palchetti e il suo vivace e qualificato loggione.

Anche se il video-mapping proiettato per l'occasione ha raccolto alcune "colorite" espressioni di dissenso, come quella in tipico accento foggiano di Nico Baratta: "nun se pot gnott".

Per l'evento storico ed emozionante è arrivata la bacchetta del Maestro Riccardo Muti alla guida della sua "giovane" Orchestra "Cherubini", con un programma centrato sul Notturno op. 70 n. 1 di Martucci, la Sinfonia "Haffner" (n. 35) di Mozart e la Sinfonia "Tragica" di n. 4 di Schubert.

Muti Cherubini
 

I pochi biglietti a disposizione erano stati acquistati in pochi minuti. Ma per tutti un maxischermo montato fuori al teatro ha garantito la partecipazione collettiva alle emozioni della serata inaugurale.

E per rimanere sugli standard iniziali la stagione teatrale, come noto, sarà affidata alla direzione di Michele Placido: attore, autore e regista "dauno" a Denominazione d'Origine Controllata (l'artista è nato ad Ascoli Satriano).

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
foggiateatro giordanomutiemozione
i blog di affari
Milano: Convegno per un maggior dialogo tra Ente e cittadino
Lions Club Lecce ringrazia azienda di Bergamo
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.