A- A+
PugliaItalia
Pasqua, boom di presenze nei borghi, negli agriturismo e lungo i "cammini"

Quasi una fuga alla ricerca dell'antidoto all'angoscia da attentati terroristici, testimoniata dall'impennata di domanda di soggiorno pasquale in agriturismo: una pausa di pochi giorni per la pasquetta 2016. Risultato: record di presenze nelle campagne pugliesi, sia nelle zone più interne che nelle aree rurali più vicine al mare.

“Oltre al tutto esaurito per i pranzi, anche i tempi di pernottamento si sono leggermente allungati rispetto allo scorso", dice il Presidente di Terranostra Puglia - Coldiretti, "passando dalle classiche due giornate ad una media di 4 giorni, per approfittare dei riti della Settimana Santa, che in Puglia sono numerosi, e degli eventi speciali in occasione del Giubileo".

cisternino
 

"L’agriturismo - aggiungono da Terranostra Puglia - ha aumentato la disponibilità di accoglienza turistica, offrendo una lettura positiva del territorio pugliese e rafforzando la capacità di attrazione della Puglia a beneficio dell’intera economia regionale”.

Sono ormai quasi 500.000 le presenze annue registrate nelle aziende agrituristiche pugliesi, con un volume d’affari di oltre 16 milioni di euro. Secondo i dati Istat delle 353 strutture attive, ben 126 sono condotte da donne (36%), dedite all’accoglienza, alla preparazione del cibo e alle attività multifunzionali.

“Il turismo enogastronomico è il vero traino dell’economia turistica pugliese - segnalano da Coldiretti Puglia - caratterizzato da 60 milioni di ulivi di cui quasi il 50% monumentali, 233 prodotti riconosciuti tradizionali dal MIPAF, 8 prodotti DOP e 29 vini DOC, oltre a pregevoli masserie storiche, le più belle d’Italia. Ciò testimonia che il turismo pugliese non è solo mare, piuttosto volano per lo sviluppo di tutto il territorio, elemento di promozione del paesaggio, della cultura e degli stessi prodotti agroalimentari locali”.

francigena 5
 

Il turismo enogastronomico è un settore che in Italia vale 5 miliardi di euro e che anche in Puglia sta vivendo una fase positiva. Merito dei prodotti tipici che costituiscono uno dei principali motivi di attrazione della Puglia per i turisti, in particolare stranieri. L’agriturismo è un’attività connessa a quella agricola  e tale deve restare se vuole essere messaggera della genuinità e qualità dei prodotti tipici, oltre che strumento di conoscenza delle potenzialità ed opportunità economiche e sociali delle nostre campagne.

“Il cibo è ormai l'infallibile leva di attrazione nazionale ed internazionale", ribadiscono da Coldiretti, "ma anche il turismo ecologico registra un andamento record, con l’aumento del fatturato e delle presenze, anche per l’offerta di sistemazioni low cost in agriturismi o campeggi. E' significativa, tra gli amanti della vacanza a contatto con la natura, la presenza dei giovani tra i 16 ed i 30 anni che sono ben il 23,2 %.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
pasquacamminiborghiagriturismoturismopresen
i blog di affari
Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
di Avv. Francesca Albi*
Il banco vuoto
Pierdamiano Mazza
Certificazione verde e MOG231
di Guido Sola
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.