A- A+
PugliaItalia
Petrolio, Shell lascia lo Ionio Introna: 'Tutti al referendum!'

"Prendiamo atto con un misto di soddisfazione e di curiosità del dietrofront anche della Shell dalle trivellazioni nello Ionio", commenta a caldo Onofrio introna dopo la notizia dell'abbandono anche della Shell delle prospezioni e ricerche petrolifere nel Mar Ionio.

shell tf reuters 258
 

"C'è da domandarsi se questa improvvisa caduta di interesse delle multinazionali del petrolio - la rinuncia del colosso olandese segue di qualche giorno quella della Petroceltic, per le ricerche alle Tremiti - non sia conseguenza del crollo del prezzo del greggio sui mercati internazionali".

"Trenta dollari al barile non rendono conveniente cercare e raffinare idrocarburi sedimentosi come quelli dei fondali adriatici e ionici", continua Introna, "Negli anni Sessanta, l'Agip di Enrico Mattei aveva già scartato lo sfruttamento di quei giacimenti, desistendo da ogni progetto dopo che le ricerche avevano rivelato la presenza di petrolio di pessima qualità, buono tutt'al più per asfaltare le strade".

no triv jonio
 

"Questo non deve distrarre però le istituzioni", sottolinea l'ex presidente del Consiglio regionale pugliese, "la rete dei movimenti ambientalisti e i cittadini dall'appuntamento col referendum no triv del 17 aprile, in vista del quale dobbiamo tutti mobilitarci, non solo per il sì al quesito superstite, ma soprattutto perchè una risposta forte degli italiani può rappresentare un monito chiaro".

"Un successo del movimento 'No triv' - conclude - rappresenterebbe una chiusura indiscutibile al petrolio: un messaggio senza se e senza ma diretto alle politiche energetiche nel futuro".

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
intronapetrolioionioshellreferendum
i blog di affari
Barbero sempre attaccato da quando si è dichiarato contro il Green Pass
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Draghi, l’Ue e il neoliberismo che uccide la classe operaia
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Zaino sospeso: l'iniziativa continua
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.