A- A+
PugliaItalia
Stati Generali delle Donne per la Puglia, proposte ai candidati

L'appuntamento con le elezioni regionali si avvicina e le istanze ai candidati si moltiplicano. Gli Stati Generali delle Donne per la Puglia hanno prodotto un documento contiene con le proposte a loro rivolte, chiedendo a chi si candida di dichiarare di firmare questo "Patto" delle Donne di Puglia e di impegnarsi a concretizzarlo nel caso di ingresso nel nuovo Consiglio Regionale.

patto donne01

Stati Generali delle Donne è un’Associazione costituita a Bari nel 2014, che ha tra i suoi obiettivi quelli di - promuovere e sostenere l’incontro, il dialogo paritario e la reciproca conoscenza di donne di culture diverse - favorire la fiducia delle donne e delle ragazze nelle proprie capacità, promuovendo azioni tese all’ empowerment - promuovere le pari opportunità, la cultura di genere e la rappresentanza paritaria in tutti gli ambiti della vita civile

In occasione delle Elezioni regionali, Stati Generali delle Donne chiede ai candidati di discutere come si debba investire nei diritti delle donne e nei settori economici connessi a quei valori di cui sono tradizionalmente portatrici, come la sostenibilità e la salvaguardia dell’ambiente, il mantenimento della biodiversità, la cura dei beni comuni, insieme alle istanze egualitarie e democratiche. Le proposte specifiche per la popolazione femminile pugliese partono dall’osservazione che il territorio regionale presenta una vocazione allo sviluppo di un settore quale quello turistico, dove le misure che favoriscono l’occupazione comportino una coerenza tra i valori della sostenibilità ambientale e la valorizzazione delle competenze di genere.

pari opportunità

Stati Generali delle Donne intende discutere con i candidati i risultati dell’analisi della crisi socio-economica in Puglia, aggravata dagli effetti del lockdown per la pandemia da Covid-19, e come questa crisi suggerisca che una delle leve che potrebbe essere messa in moto per frenare la disoccupazione e l’emorragia di giovani, e in particolare di giovani donne, sia quella di incentivare lo sviluppo dell’imprenditoria femminile nel settore turistico.

pillo daunia2

Stati Generali delle Donne propone di metter in atto delle Azioni e delle Iniziative che partano dalla creazione di una Task Force di genere dedicata alla realizzazione di piani occupazionali per le donne, in particolare di incentivazione, sostegno amministrativo e finanziario, all’imprenditoria femminile. In particolare propone che si realizzino misure che favoriscano e sostengano le iniziative imprenditoriali delle donne, ma anche misure di welfare aziendale e territoriale, intervento sulle strutture della mobilità e della comunicazione.

Pugliaf 1080x675

Stati Generali delle Donne propone la prospettiva del turismo sostenibile in Puglia e specifici interventi che portino a compimento un progetto di valorizzazione del territorio della Daunia, intitolato Monti Dauni. Camminare con lentezza respirando il silenzio, che può essere considerato pilota all’interno del quadro socioeconomico regionale, per la declinazione in termini di genere di concetti economici nel settore turistico. Infatti, i Monti Dauni risultano essere il posto ideale per il turismo slow, sostenibile e consapevole, diverso da quello di massa e balneare che ha caratterizzato e caratterizza ancora la Puglia nell’immaginario dei turisti italiani e esteri. In più, nella Daunia sembra che non esistano aziende a gestione femminile, soprattutto nel settore ricettivo turistico, ma anche nel settore agroalimentare, agrituristico e dell'artigianato. Con questo progetto si vuol puntare proprio sull'emersione (e creazione) di quelle forme di imprenditoria e di lavoro in generale, che possano diventare un punto di riferimento non solo per un nuovo modo di fare sviluppo turistico ma anche per una straordinaria opportunità di emancipazione economica per le donne del posto.

SGD1

Stati Generali delle Donne, in particolare un gruppo di lavoro interno all’associazione, ha già avviato questo progetto pilota durante il lockdown Covid-19. Per renderlo più efficace si è richiesto e ottenuto il partenariato di soggetti istituzionali, enti culturali e economici (come Direttori di Museo, Sopraintendenti, Presidenti regionali e responsabili locali del FAI), associazioni di categoria (CNA) e singole imprese gestite da donne (La Pelandra). Sono stati coinvolti amministratori locali (assessori e/o sindaci, in particolare assessori al turismo), che si sono fatti volentieri ufficiali promotori dell'iniziativa nell'interesse della collettività locale.

(gelormini@gmail.com)

Loading...
Commenti
    Tags:
    stati generali donne puglia proposte candidati elezioni regionali
    Loading...




    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Marini debutta a Farsetti e presenta l'opera simbolo della Biennale
    Milo Goj
    Il crepuscolo della ragione. Davvero lo è? Ne parlo con il sociologo Giovanni Cozzolino
    Di Antonella Gramigna
    1-2 ottobre appuntamento con l’AIM Investor Day di IR Top Consulting
    Paolo Brambilla - Trendiest
    i più visti

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.