A- A+
PugliaItalia
TAP, Galletti mette il sigillo! Vendola: 'Coinvolgere i locali'

di Antonio V. Gelormini

“Proviamo ad organizzarci secondo le forme più moderne della produzione e riduzione dei rifiuti e della organizzazione di una raccolta differenziata che trasformi il rifiuto da un problema drammatico di smaltimento in una occasione di sviluppo perché il rifiuto può essere ricchezza, risorsa. Come tutte le regioni siamo stati interessati da fenomeni di riciclaggio illecito e chiediamo che la polizia ecologica sia dotata di una strumentazione repressiva adeguata: un reato ambientale è un furto al bene comune e ai diritti delle future generazioni, non può essere punito con una contravvenzione”.

Così il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola intervenuto, insieme con il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, al convegno “Riciclo dei rifiuti, da emergenza ambientale ad opportunità di crescita per il mezzogiorno e la Puglia”, organizzato dall’assessorato alla Qualità dell'ambiente della Regione Puglia.

Vendola Galletti visita padiglione Regione 4
 

Occasione propizia per riprendere e affrontare il tema del momento, la TAP e l'approdo a San Foca-Melendugno, dopo la testimonianza-protesta dei Sindaci del Salento verso il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, all'inaugurazione della Fiera del Levante, col principale interlocutore sul tema: il ministro dell'Ambiente.

A proposito della questione Tap, Vendola ha ribadito che “quando si è di fronte a opere di tale rilevanza dal punto di vista economico e che hanno un certo impatto ambientale, è necessario procedere camminando su due gambe”.

“La prima - ha detto Vendola - è quella della validazione scientifica e il parere contrario del ministero dei Beni Culturali che fa il paio con quello della Regione Puglia, parere che, vorrei precisare, non è un parere pregiudiziale e ideologico, è un parere contrario perché San Foca, Melendugno sono approdi e siti di grande pregio paesistico e archeologico. La seconda gamba è la validazione democratica: costruire grandi opere sulla testa delle comunità credo sia un grande errore”.

Vendola Galletti visita padiglione Regione 1
 

Al contrario del Premier, che aveva i sindaci di fronte, Gianluca Galletti è stato molto più tranchant: "Pare che il presidente Renzi abbia detto che i sindaci e la Regione possano avanzare anche soluzioni alternative. Quello che io dico è che esiste una Valutazione di impatto ambientale favorevole per l'approdo attuale", riducendo di fatto al lumicino la speranza di uno spostamento in altra destinazione dell'approdo del gasdotto Tap, previsto sulle coste del Salento a San Foca nella piana di Melendugno..

"Il governo ascolta tutti - ha precisato il ministro  - ma la decisione sulla Tap è una decisione già presa, per quanto riguarda il ministero dell'Ambiente.  E' stato fatto un lavoro rigorosissimo nella Valutazione di impatto ambientale. Sono state accolte gran parte delle osservazioni delle comunità locali, provenienti anche da altri ministeri".

Sigillando infine con uno: "E' stato fatto un buon lavoro". E a chi gli segnalava la posizione sul tema assunta dal Mibac, in linea con quella della Regione Puglia, il ministro Galletti ha risposto: "Gran parte delle valutazioni e osservazioni fatte dal Mibac, sono contenute nella valutazione di impatto ambientale fatta dalla commissione tecnica incaricata di questo".

Al termine del convegno poi, Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha visitato il Padiglione 152 della Regione Puglia accompagnato dal Presidente Vendola.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
san focamelendugnotapgallettivendolarifiutigasdotto
i blog di affari
Green pass, così otteniamo diritti e libertà già garantiti dalla Costituzione
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Sindacalista ucciso, la solitudine dei lavoratori nello spirito del tempo
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Alternanza scuola-lavoro, diciamo basta all'istruzione turbocapitalistica
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.