A- A+
PugliaItalia
Vaccini in Puglia, dalla notte al caos. Via libera agli over 60, anzi no!’

L'andamento delle vaccinazioni in Puglia viene presentato in forma articolata dai vari organi preposti e dallo stesso Assessorato alla Sanità, ma dietro le quinte è il caos. Le opposizioni insorgono e attaccano, mentre la Puglia resta regione "rossa".

vaccini notte (3)

“Quello che è accaduto nelle ultime ore conferma che la gestione covid e delle vaccinazioni in Puglia è nel caos assoluto!", tuonano in forma congiunta il capogruppo regionale e il vice presidente della Commissione Sanità di Fratelli d’Italia, Ignazio Zullo e Renato Perrini.

“Questa mattina - hanno scritto - è stato fatto circolare un provvedimento firmato, non dall’ultimo impiegato regionale, ma dall’assessore regionale Pierluigi Lopalco, dal direttore del Dipartimento Vito Montanaro, dal coordinatore della Cabina di regia Michele Conversano e dal responsabile del settore Benessere della Salute Onofrio Mongiello - insomma firmato dal vertice del Servizio Sanitario regionale pugliese – nel quale c’era scritto: ‘A partire dal 12 aprile 2021 (ovvero domani) l’accesso alla vaccinazione per tutte le persone di età superiore ai 60 anni che non si trovano in trovano in condizione di estrema vulnerabilità e/o disabilità grave è consentito senza alcuna preventiva conferma adesione o prenotazione’. Abbiamo prontamente denunciato il caos che simile apertura avrebbe provocato nei centri vaccinali e non ci voleva un genio per capirlo!"

zullo ignazio

“Poco ore dopo con una nota la Regione Puglia di fatto smentisce l’esistenza di quella circolare. E allora ci chiediamo il presidente Michele Emiliano non era informato e lo ha saputo quando ormai la notizia aveva raggiunto addirittura gli organi di stampa nazionali? E domani se i pugliesi dai 69 ai 60 anni si dovessero presentare per vaccinarsi, cosa accade? Vengono rimandati indietro o vaccinati?"

Perrini14new

“Ciò che sta accadendo in queste ore - ribadiscono da Fratelli d'Italia - la gestione di una pandemia fatta in questa maniera, improvvisando circolari che poi vengono smentite, non richiederebbe l’attenzione solo del generale Francesco Paolo Figliuolo, (come abbiamo invocato) ma del ministro alla Salute, Roberto Speranza, che non può continuare a fingere di non sapere quello che accade in Puglia, e anche di altre Istituzioni”.

vaccini notte (2)

Sono 762.307 le somministrazioni di vaccino anticovid effettuate sino ad oggi in Puglia (dato aggiornato alle ore 17). La settimana che si sta chiudendo è stata dedicata principalmente alla vaccinazione degli ultraottantenni, dei cittadini con elevata fragilità e dei loro caregiver, in particolare pazienti oncologici e con malattie rare.

“In questa settimana - ha dichiarato Gianmarco Surico coordinatore della Rete oncologica pugliese -  abbiamo messo in sicurezza con la prima dose di vaccino oltre l’83 per cento dei pazienti afferenti alla rete oncologica pugliese, che sono in trattamento o hanno terminato le cure negli ultimi 6 mesi. Il target quindi è stato pienamente raggiunto. E questo grazie al grande lavoro portato avanti negli ospedali che ospitano i centri di cure specialistiche, che hanno lavorato ogni giorno, in alcuni casi sino a mezzanotte. Un lavoro che continua anche nel pomeriggio di oggi. Le vaccinazioni di questi pazienti sono state programmate in base ai tempi di cura, ecco perché proseguiranno per una parte di loro nei prossimi giorni”.

vaccini a caregiver e fragili Palaricciardi Taranto 4

L’altra fascia prioritaria in corso di vaccinazione riguarda i pazienti con malattie rare, una platea che in Puglia conta 22.500 persone. Le somministrazioni per questi cittadini ad elevata fragilità - viene comunicato - proseguirà nei prossimi giorni in tutti i centri specialistici.

In campo anche i Medici di medicina generale per le vaccinazioni di over 80 non deambulanti a domicilio e dei soggetti fragili: come riportato dalla Fimmg, i medici hanno somministrato il 95% dei vaccini consegnati dal 6 aprile ad oggi, pari a 33.557 dosi.

Il Policlinico di Bari ha raggiunto quota 3mila pazienti oncologici vaccinati, completando la platea (ad eccezione di chi per ragione di terapia riceverà la somministrazione nei prossimi giorni). Avviate anche le vaccinazioni dei pazienti con malattie rare.

Concluso anche il fine settimana dei vaccini all'Istituto Tumori di Bari. Una maratona nel weekend, che da venerdì pomeriggio ha visto impegnati decine fra medici, infermieri, assistenti e operatori socio-sanitari, sono stati vaccinati più di 600 pazienti. Da lunedì, riprendono le vaccinazioni, dalle 15 alle 22, per un totale di 102 pazienti a cui andranno aggiunti i rispettivi caregiver.

Nella ASL Bari sono state 2.172 le dosi somministrate in questa domenica tra over 80 e pazienti fragili, comprese 450 Astrazeneca destinate a caregiver. Importante il contributo garantito in questa fase dai medici di medicina generale con la vaccinazione a domicilio degli over80, pazienti fragili e vulnerabili non deambulanti, oltre ai rispettivi caregiver. Secondo i dati raccolti dall’unità operativa Controllo di Gestione della ASL Bari, diretta dal dr. Pasquale Bratta, grazie alla fornitura di vaccino Moderna sono state eseguite sinora 3.572 somministrazioni domiciliari a cura in parte dei team mobili ASL ma principalmente dei medici di famiglia. I quali, parallelamente, hanno cominciato a vaccinare nei rispettivi studi o, per chi ha optato diversamente, nelle sedi ASL. Soltanto a Bari, quest’oggi, sono state inoculate 558 dosi in ambulatorio e 174 dosi domiciliari, più altre 180 a Locorotondo tra vaccinazioni in sede ASL e domiciliari. 

E arriva anche il video-appello di Bianca Guaccero ai suoi concittadini pugliesi: "Rispettate la zona rossa. Chiedo ai miei concittadini di Bitonto e a tutti i pugliesi di rispettare le regole della zona rossa, la situazione in Puglia è ancora grave".

A tutto il 10 aprile, nella ASL Bari sono stati somministrati 256.154 vaccini, di cui 175.877 prime dosi e 80.277 seconde. Rispetto al totale sono 86.578, di cui 54mila prime dosi, i vaccini garantiti a persone con età pari o superiore a 80 anni.

Oltre 400 le vaccinazioni all’Ospedale “F. Miulli” di Acquaviva delle Fonti (BA) sino ad oggi dedicate ai pazienti oncologici e ai loro caregiver. L’iniziativa, di particolare rilevanza non solo per il territorio ma in una visione più ampia di lotta al Covid, si rivela determinante per la tutela della salute di persone particolarmente fragili, che al Miulli trovano spazi e personale specificamente attrezzati e formati per fornire i vaccini in tranquillità e sicurezza. La somministrazione, realizzata in coordinamento con la Regione Puglia, è destinata a 150/200 persone al giorno.

hub vaccinale Ugento 1

Proseguono le somministrazioni all’Irccs De Bellis di Castellana Grotte ai pazienti oncologici, che in tutto sono circa 400 e per i loro caregiver, salvo per i pazienti che devono seguire tempi differenti legati alle terapie.

Nella Asl BT sono 53.658 le dosi di vaccino somministrate. Lunedì al via negli hub vaccinali di Andria, Barletta, Bisceglie, Trani, Canosa e Margherita di Savoia la vaccinazione dei soggetti under 80. Martedì riprende la vaccinazione dei pazienti oncologici a Barletta mentre per giovedì e venerdì è programmata la  vaccinazione dei pazienti oncoematologici seguiti presso il Presidio territoriale di Assistenza di Trani.

Nella Asl di Brindisi solo domenica sono state vaccinate circa 3.500 persone tra over 80 e caregiver di pazienti fragili e disabili gravi. Tra sabato e domenica, invece, sono state 3.930 le vaccinazioni a domicilio per over 80 e pazienti fragili, a cura dei medici di medicina generale. A queste vanno aggiunte le 700 dosi già somministrate dai medici di famiglia, per un totale di 4.630 vaccinazioni. Nelle prossime ore verrà messo a punto il calendario per le prossime vaccinazioni in programma da martedì a domicilio, negli studi e negli hub:  nei centri i medici di base vaccineranno i propri assistiti con orari più flessibili, con un’attività parallela a quella degli operatori del Servizio di Igiene e Sanità pubblica.

Nella Asl di Foggia si è chiusa con 4.682 somministrazioni la giornata di ieri, dedicata alle sedute vaccinali straordinarie. Sono state, quindi, somministrate circa 2.000 dosi a persone ultraottantenni che ancora non avevano ricevuto la prima dose, persone con disabilità grave, caregivers e familiari conviventi. Le operazioni sono ancora in corso in alcuni centri vaccinali del territorio. Terminate, invece, le attività al drive through di Foggia dove sono state vaccinate in tutto, da venerdì, 691 persone, direttamente a bordo dell'auto.

vaccini a caregiver e fragili Palaricciardi Taranto 2

Nel dettaglio: in provincia di Foggia sono state somministrate in tutto 127.291 dosi di cui 84.072 prime dosi e 43.220 seconde dosi. Hanno ricevuto la prima dose 31.005 persone ultraottantenni di cui 22.298 hanno fatto già la seconda somministrazione. Sale a 5.048 il dato delle persone di età compresa tra 70 e 79 anni che hanno ricevuto la prima dose. Sono 4.938 le persone estremamente vulnerabili che hanno ricevuto la prima dose.

Al Policlinico Riuniti di Foggia sono 100 i pazienti oncologici che hanno ricevuto la prima dose, più 41 oncoematologici, per un totale di 141. In questa settimana saranno completate le  vaccinazioni degli altri 460 pazienti oncologici con i relativi caregiver.

Prosegue la vaccinazione antiCovid in Asl Lecce. In via di completamento le vaccinazioni degli over 80 nei centri sanitari e nei punti vaccinali comunali. 35.660 gli ultra80enni che hanno ricevuto la prima dose, 24.613  coloro che hanno ricevuto anche la seconda. 2.743 le dosi di vaccino ritirate - fino a ieri - dai medici di medicina generale. Tutto pronto nei 12 punti vaccinali di popolazione che entreranno in funzione domani per i cittadini con meno di 80 anni.

vaccini a caregiver e fragili Palaricciardi Taranto 1

Sono stati vaccinati 228 pazienti fragili nel Punto Vaccinale presso l’Ospedale “Card. G. Panico” di Tricase, in particolare pazienti oncologici, oncoematologici e dializzati afferenti ai nostri Centri rete di patologia. Fino ad oggi sono stati vaccinati 114 pazienti. Si prosegue con regolarità con un numero medio di circa 110-120 vaccinazioni giornaliere.

In Asl Taranto sono circa 1.500 i pazienti oncologici che hanno già ricevuto la prima dose di vaccino. In data odierna sono state somministrate, presso il presidio ospedaliero SS.Annunziata, a pazienti fragili e loro caregiver 180 dosi di Pfizer e 11 di Astrazeneca. Al Moscati sono state effettuate vaccinazioni in oncologia: 32 flaconi per 54 pazienti e 138 caregiver/conviventi e 28 Astrazeneca per un totale di 220 vaccini. Al centro vaccinale Palaricciardi, invece, sono state somministrate 300 dosi Pfizer e 55 di Astrazeneca a pazienti con malattie rare,  fragili e caregiver. A Martina Franca, si sono concluse le operazioni di vaccinazione a caregiver pazienti dializzati, trapiantati, oncologici, caregiver di pazienti fragili con invalidità civile art.3 comma 3, per un totale di 249 somministrazioni così suddivise: 180 dosi pfizer e 69 dosi Astrazeneca. A Massafra, infine, 162 dosi tra Pfizer e Astrazeneca sono state somministrate a persone con malattie fragili.

Bellomo Consiglio

All'articolata descrizione dell'attività vaccinazioni, il capogruppo della Lega in Consiglio Regionale Puglia, Davide Bellomo, risponde con l'invito a tutti i consiglieri regionali: "A prendere le distanze dall’ennesimo provvedimento sconsiderato di Lopalco, che da lunedì vorrebbe portare negli hub tutti gli over 60, senza alcuna prenotazione". 

“Il piano vaccinale più assurdo della terra? Quello pugliese! Se fosse “fai da te” - ha affermato Davide Bellomo - e lasciato alla totale discrezione dei cittadini, sarebbe migliore. Fermiamolo! Vi prego, fermiamolo! Mi riferisco al professor/assessor Pierluigi Lopalco".

"Faccio un accorato appello ai colleghi consiglieri di maggioranza a prendere decisamente le distanze dall’ultimo sconsiderato provvedimento, con il quale si aprono da lunedì le offerte speciali del vaccino, come se fossimo ai saldi. Ma come si può immaginare di creare, con una circolare amministrativa, assembramenti fuori dagli hub vaccinali? Per di più affollati dalle persone più a rischio! Vi prego, cari colleghi - ha rincarato Bellomo - uniamoci tutti contro questa gestione schizofrenica e proviamo ad uscire assieme dal tunnel buio in cui Pierluigi Lopalco ci ha portati".

"Invito i pugliesi - ha concluso Bellomo  - a dimostrarsi migliori di chi li governa: non assembratevi domani e nei giorni successivi ammassandovi alla caccia del vaccino facile, evitate di creare potenziali focolai, non date ascolto alla folle fantasia creativa dell’assessore alla Sanità, siate saggi e aspettate il turno già fissato, vi prego”. 

(gelormini@gmail.com)

------------------------ 

Pubblicato sul tema: Covid, 'Notte dei vaccini' a Bari 3mila vaccinazioni in 42 presìdi ospedalieri

                                    Vaccini, la Puglia 'a coorte': anche di notte e con i medici di base

Commenti
    Tags:
    vaccini puglia covid notte caos vaccinazioni opposizioni assessorato sanità governo dati
    Loading...
    Loading...
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    In futuro ci cureranno robot DNA progettati in pochi minuti
    di Maurizio Garbati
    L'incontenibile ascesa di Paola Donnini
    In coda per le scarpe Lidl? Tutti schiavi dell'apartheid globale capitalista
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    i più visti

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.