A- A+
PugliaItalia

“Venti Liberi” è la festa di Libera Puglia organizzata in collaborazione con l’Amministrazione Comunale che fino al 27 gennaio attraverserà diversi luoghi della città di Bari. Tra le iniziative: spettacoli teatrali, presentazioni di libri, concerti, dibattiti, momenti di riflessione, proiezioni, mostre, cene e tanti altri eventi per riflettere insieme sul ruolo dell’antimafia e promuovere azioni di sensibilizzazione sul tema.

“Quest’anno Libera compie 20 anni - ricorda il sindaco di Bari Antonio Decaro - e io sono orgoglioso che parta proprio da Bari una celebrazione che non si limiterà a dire quanto siamo bravi o a guardare ai successi del passato. Insieme al coordinamento regionale di Libera, abbiamo organizzato una serie di iniziative di sensibilizzazione per fare il punto sulle azioni dell’antimafia sociale e per riflettere sulle sfide che ci attendono".

Decaro Ecosistemi
 

"I temi di confronto: beni confiscati, l’importanza della memoria, della lotta al racket e all’usura, del ruolo della scuola e dello sport, del gioco d’azzardo e delle mafie straniere, perché siamo convinti che servirà sempre continuare a parlarne, che ci siano mille, cento o dieci persone ad ascoltarci".

"L’antimafia sociale e la lotta non repressiva alla criminalità organizzata - ha continuato - sono le armi che questa Amministrazione ha a disposizione per combattere le mafie e le organizzazioni criminali. Certo, ci sono tanti modi per realizzare le politiche sulla sicurezza, attraverso la progettazione di un’opera pubblica, di una fermata dell’autobus in un punto piuttosto che in un altro, oppure attraverso il sistema del welfare con il recupero di persone a rischio devianza o tramite il lavoro dell’assessorato allo Sviluppo economico con un controllo attento delle concessioni delle licenze commerciali".

"Ma la prima cosa da fare è costituire una rete perché questo è un tema sul quale è necessario essere uniti e dare un risposta collettiva. La città, come sto ripetendo da mesi, deve avere uno scatto d’orgoglio, deve reagire. Le mafie a Bari, come nel resto d’Italia, non si arricchiscono solo con il traffico di droga e con gli altri reati che conosciamo, ma anche attraverso l’omertà e la paura. È mai possibile che in occasione dell’omicidio di Florian Mesuti nessuno abbia visto nulla? O che, tra i 2mila presenti il giorno della vigilia di Natale, nessuno abbia denunciato il pestaggio nei confronti di quel povero ragazzo?"

Poi - conclude il sindaco Decaro - vorrei ringraziare don Luigi Ciotti, un vero punto di riferimento per noi grazie al suo impegno quotidiano in questi vent’anni. Lo ringrazierò personalmente il 27 gennaio, quando sarà a Bari per la festa di chiusura alla chiesa del Redentore, un luogo scelto non casualmente perché, nonostante la sua vicinanza al centro cittadino, viene spesso considerato la più lontana delle periferie”.

L'incontro martedì 27 gennaio alle ore 19.30, presso l’oratorio della chiesa del Redentore, dove il sindaco Antonio Decaro parteciperà alla tavola rotonda su “Prevenire la mafia: minori e criminalità”, organizzato dal Comune di Bari e dall’associazione Libera Puglia nell’ambito della manifestazione “Venti Liberi” per riflettere insieme ai cittadini sul ruolo dell’antimafia e promuovere azioni di sensibilizzazione. L’evento, che chiude il cartellone delle iniziative, vedrà la partecipazione di don Luigi Ciotti, fondatore di Libera.

Tra gli altri, sono stati invitati a partecipare il responsabile dell’oratorio del Redentore don Francesco Preite, il parroco del Redentore don Mario Sangiovanni, il giudice del Tribunale di Bari Michele Parisi, il direttore della rivista DirittoMinorile.it Massimiliano Arena, Brucela Mesuti, sorella della vittima innocente di mafia Florian Mesuti, e il referente regionale di Libera Alessandro Cobianchi.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
decarodon ciottiliberaventennalebari
i blog di affari
Riforma Fiscale 2021: cosa cambia davvero per le imprese?
Gianluca Massini Rosati
Covid, l'emergenza non è finita: presto il ritorno alla fase 1 delle misure
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Parte dal Webinar la difesa dei contribuenti
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.