A- A+
Roma
Fiumicino da brivido. Crimini in aumento: chiesto un consiglio sulla sicurezza
Advertisement

Allarme sicurezza a Fiumicino: dopo l’escalation di furti e rapine, il leader dell’opposizione Mario Baccini chiede al sindaco Esterino Montino un consiglio comunale straordinario per arginare il problema. Ecco la lettera aperta.

 

"Caro sindaco, cari consiglieri di maggioranza e opposizione, 

Ci rivolgiamo a tutti voi per sollevare una questione urgente e fondamentale per tutti noi perché riguarda la tutela della salute fisica e la incolumità dei nostri concittadini e di tutti i loro beni. 

Fiumicino è un posto bellissimo, dove cielo, mare e terra, rendono piacevole vivere e soggiornare. Con la bella stagione s'intensificano le visite quotidiane e le presenze fisse di villeggianti in cerca di ristoro dalla calura e di famiglie e giovani che vengono a godere della bellezza della nostra pineta felliniana piuttosto che dei divertimenti in spiaggia, negli stabilimenti o nei ristoranti rinomati su tutto il litorale.

Purtroppo però con l'aumento della popolazione e l'incuria in cui la nostra città è abbandonata, con i numerosi cantieri aperti e la scarsa sorveglianza del territorio, aumentano disagi e criminalità.

La penuria di personale di sicurezza, la mancanza di organico delle forze dell'ordine, la mancanza di illuminazione nelle diverse zone della città creano una condizione di insicurezza che favorisce la criminalità.

Controllo del territorio non significa solo installare telecamere non funzionanti, non sono un deterrente neppure per i giovani writer, né per coloro che abbandonano ancora l'immondizia continuando a creare discariche a cielo aperto ogni dove, figurarsi per i veri criminali che saccheggiano le case di residenti e villeggianti. è inquietante l'escalation di furti e rapine che nell'ultimo periodo sta colpendo i nostri concittadini.

A questo punto è necessario che il Comune intervenga e adotti le misure necessarie a creare quelle condizioni minime di sicurezza entro cui gli uomini e le donne delle forze armate possano agire con tempestività per garantire i cittadini e per arginare questa ondata di violenza che sta strozzando la città. 

Chiediamo quindi un consiglio comunale straordinario per la sicurezza di Fiumicino per approvare una risoluzione urgente che possa avviare misure specifiche. il comune ha l'obbligo morale, in primis, e materiale, poi, di tutelare al meglio i suoi cittadini. Ora è tempo di intervenire per garantire più sicurezza fisica ai fiumicinesi. "

 

 

 

 

 

Tags:
fiumicinocriminalitàmontinosicurezzalettera apertabaccini
Loading...





Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Elezioni Roma, furia albergatori: “Salvini, Raggi e Calenda? Servono i fatti”

Elezioni Roma, furia albergatori: “Salvini, Raggi e Calenda? Servono i fatti”

i più visti
i blog di affari
Interruzione di gravidanza delle donne straniere, la cecità della sinistra
di Massimo Puricelli
Tutta la differenza tra Leadership e Populismo nella gestione di Johnson
di Bepi Pezzulli
"LUNAR CITY" della regista Alessandra Bonavina nelle sale cinematografiche
di Paolo Brambilla - Trendiest

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.