A- A+
Roma
Nomadi rubano sci e snowboard della nazionale francese. In fuga col camper

Vedono un'auto carica di sci e snowboard e decidono di depredarla. Poi, i due ladro bosniaci fuggono a bordo del loro camper.  

“Topi d’auto” in azione all’Eur, in piazzale Luigi Nervi. I ladri – una ragazza di 24 anni incensurata e un uomo di 35 anni con precedenti, entrambi cittadini bosniaci e nella Capitale senza fissa dimora – nella mattinata di lunedì, sono riusciti a forzare la portiera di un’auto in sosta e a portare via le valigie contenute nell’abitacolo. Subito dopo, la fuga a bordo di un camper.

Quello che - forse - i ladri non sapevano è che l’auto svaligiata era della Federazione Francese di Sci e Snowboard e che dentro a quei borsoni erano custodite delle costose attrezzature tecniche, attese in Argentina dove atleti d’oltralpe sono  impegnati in alcune prove.

Le vittime hanno subito dato l’allarme al “112” e, d’istinto, si sono messi all’inseguimento del camper nel tentativo di fermarlo, ma hanno dovuto desistere dopo pericolose manovre e speronamenti subìti dal conducente del camper, fortunatamente senza riportare serie conseguenze. Nel frattempo sono arrivati i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma che sono riusciti a bloccare il camper in via Laurentina, all’altezza di via Ignazio Silone.

I militari, dopo aver ammanettato la coppia, hanno recuperato l’attrezzatura sportiva  restituendola agli addetti della Federazione francese e sequestrato il camper, intestato a un’altra cittadina bosniaca domiciliata in via Casilina 900.

I cittadini bosniaci sono stati trattenuti in caserma, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa dell’udienza di convalida: dovranno rispondere di rapina impropria in concorso.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
nomadiscisnowboardnazionale francesefurtocamper



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Draghi, l’Ue e il neoliberismo che uccide la classe operaia
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Zaino sospeso: l'iniziativa continua
Vaccino, Camilla Canepa morta: cade la formula "nessuna correlazione"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.