A- A+
Roma
Omicidio Luca Sacchi, presi i 2 killer. La fidanzata lo difende: “Non è droga”

Omicidio Luca Sacchi, due fermi e un movente legato alla droga. Due giovani di 21 anni, Valerio Del Grosso e Paolo Pirino, fermati per omicidio, rapina, detenzione e porto abusivo di armi. La ragazza del personal trainer smonta la ricostruzione degli inquirenti: “La droga non c'entra”.

 

Valerio Del Grosso e Paolo Pirino, entrambi della periferia romana di San Basilio e con precedenti penali, sono stati interrogati e poi fermati per l'omicidio di Luca Sacchi, personal trainer di 24 anni, ucciso con un colpo di pistola alla testa mercoledì sera davanti al pub John Cabot in zona Appio. Gli investigatori cominciano così a far chiarezza sul delitto che ha scosso la città e il quadro che si delinea cambia lo scenario iniziale: quello che sembrava, infatti, un tentativo di scippo finito nel sangue in realtà, secondo le prime ricostruzioni investigative, nasconderebbe uno scambio di droga finito male.

Quella sera Luca Sacchi e la sua fidanzata ungherese Anastasia Kylrmnyk, volevano acquistare della droga e per questo si sarebbero avvicinati ai due sospettati e avrebbero mostrato loro il denaro contenuto nello zaino della ragazza. I due 21enni, quindi, sarebbero poi tornati indietro con la droga ma, armati di pistola, avrebbero tentato di rubare lo zainetto colpendo con una mazza da baseball Anastasia. È a quel punto che Luca avrebbe reagito, forte delle sue doti di lottatore. Poi, il colpo di pistola alla nuca che lo ha ucciso.

Una ricostruzione che per la fidanzata di Luca non è veritiera. "Non eravamo lì per quello che dicono. Luca era lì per guardare il fratellino piccolo che si trovava nel pub - dice Anastasia al Tg1 -. Luca non ha mai incontrato gli spacciatori. Non ho visto e sentito nulla. Ho sentito solo la voce di un ragazzo romano e giovane. Mi ha detto 'dammi sto zaino'. E Luca mi ha protetto come ha sempre fatto: l'ha messo a terra e forse per questo si sono spaventati. Mi ha protetto come sempre fatto”.

I due fermati, spiegano il capo della Squadra Mobile di Roma, Luigi Silipo, e il comandante del Reparto operativo dei carabinieri di Roma, il colonnello Mario Conio, “non si sono assolutamente costituiti” come sembrava in un primo momento. “Sono stati raccolti elementi - sottolineano - e poi sono stati catturati fuori dal domicilio, in luoghi dove si nascondevano. Uno dei due era in un residence, non è stato facile rintracciarlo. Hanno usufruito di legami familiari e di conoscenze”. A carico dei due in stato di fermo, secondo gli investigatori, sono stati raccolti dei gravi indizi.

"Nel corso delle operazioni sono stati recuperati oggetti di interesse investigativo. Al termine delle attività Del Grosso e Pirino sono stati sottoposti a fermo del pubblico ministero emesso dalla Procura della Repubblica di Roma per i reati di omicidio, rapina, detenzione e porto abusivo di armi e condotti presso la casa circondariale di Regina Coeli", riferiscono gli inquirenti mentre le indagini proseguono.

Sequestrata l'auto, la Smart bianca, a bordo della quale sono fuggiti e ritrovata dai poliziotti della Squadra Mobile e dai carabinieri la mazza da baseball usata per l'aggressione. La mazza era nei campi sul Grande raccordo anulare, vicino alla Centrale del Latte. Sono ancora in corso le ricerche della pistola con cui è stato freddato Luca, ovvero l'arma del delitto.

L'interrogatorio di convalida del fermo di Valerio Del Grosso e Paolo Pirino è fissato per sabato mattina.

Omicidio Luca Sacchi, ad incastrare gli assassini la madre di Del Grosso

Omicidio Sacchi, i Radicali: “È lo Stato che costringe a rivolgersi ai pusher”

Commenti
    Tags:
    ragazzo ucciso a romaomicidio luca sacchiragazzo morto romaomicidio luca romaluca sacchi mortoluca sacchi muoreluca sacchi maglianaomicidio romaragazzo sparato a romaluca sacchiluca sacchi fidanzatasparano in testaladri sparano romasparatoria romaragazzo ucciso per difendere la fidanzatavalerio del grossopaolo pirinoluca sacchi drogaluca sacchi news


    Loading...
    Loading...




    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Rai, l'esercito dei nomi che vuole entrare nel cda
    Il M5s non ha più un capo: altra grana per Conte
    La vendita online dei profumi nell’era del Covid: principali strategie digital
    Dario Ciraci

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.