A- A+
Roma
Va alla Posta e invece di un documento si spoglia e mostra i genitali. Preso

Si è presentato ieri mattina allo sportello dell’ufficio postale di piazza Dante e, alla richiesta di un documento, l’uomo,  un egiziano di 20 anni, si è tolto la mascherina rispondendo ad alta voce “ORA TI FACCIO VEDERE IO IL DOCUMENTO”. Poi, con un gesto fulmineo, si è slacciato la cinta tirandosi giù i pantaloni, i boxer e mostrando i genitali. 

A quel punto l’impiegata, spaventata,  ha chiesto aiuto alla Polizia raccontando quanto stava accadendo. 

Gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Esquilino, diretto da Stefania D’Andrea, immediatamente intervenuti, hanno subito individuato il soggetto che ha tentato di scappare ma è stato bloccato. 

Sul posto i poliziotti hanno rassicurato anche le altre impiegate che, scosse da quanto stava accadendo, si erano rifugiate in un angolo  dell’ufficio postale. 

Identificato per A.A.R.A.,  è stato accompagnato negli uffici di polizia e arrestato per tentata violenza sessuale.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    postaufficio postaleviolenza sessuale



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Perugia, un “Green Table” per la cultura ambientale del mondo
    di Maurizio De Caro
    Quando artisti e comunicatori uniti diventano Ambasciatori di Pace
    CasaebottegaJalisse
    Covid, nuovi varianti in vista: l'emergenza virale è normalità
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.