A- A+
Sport
Andrea Pirlo non pianga, stiano Allegri e orgogliosi gli juventini

Andrea Pirlo, prima di lasciare il nostro calcio, non pianga!
Gli Spagnoli hanno vinto, con merito, il loro secondo "triplete" e la quinta coppa "dalle grandi orecchie"- la quarta negli ultimi 10 anni !- sollevata da Xavi che, come Andrea, si è congedato dal pallone di vertice.
Ma gli italiani, non solo i giocatori e i fans della Juventus, ma tutti gli sportivi del Paese, sono usciti, con dignità e orgoglio, dallo stadio di Berlino.....e devono esserne fieri e... Allegri !
La sfida, alla vigilia ritenuta impossibile, i bianconeri l'hanno giocata, quasi sempre, alla pari con un Barcellona non stellare, ma micidiale nei tre"amigos" : Neymar, Messi e Suarez hanno realizzato ben 122 reti, in questa esaltante stagione, che ha fatto dimenticare ai fans bluegrana lo squadrone di Guardiola. È mancata, forse, qualche giocata da campione di Tevez.

Alla stagione, storica per la Vecchia Signora, è mancata la ciliegina sulla torta, l'ultimo scatto, ostacalato, nel rush finale, anche dal grave errore dell'arbitro turco Cakir, che non ha concesso, nella ripresa, il rigore, clamoroso e solare, su Pogba.
Il Barca esulta, nella notte di Berlino, dove 9 anni fa fecero festa, nello stesso stadio, gli azzurri di Lippi, ex tecnico bianconero.
Ma don Marcello appartiene, ormai, alla storia della società torinese. Il futuro è di Allegri che, in 10 mesi, è passato dalle contestazioni dei nostalgici di Conte a un passo da una "galattica" tripletta. Max è andato avanti, con determinazione, stile e senza drammatizzare il calcio che, per lui, è gioia. Il livornese-che crede nella solidarietà del gruppo, da non assillare mentre Conte puntava sulla rigida disciplina militare- è arrivato dove il suo predecessore non si era neanche avvicinato.

A luglio, la Juventus ripartirà, senza la Coppa in bacheca -consegnata a Xavi dall'onesto Platini e non dal discusso satrapo svizzero, Blatter- e senza Tevez in campo.
Ma, con nuovi campioni, con il ritorno a Torino di giovani cannonieri italiani, come Berardi e Zaza. E con la grinta dei vecchi, in primis Buffon-che ha annunciato l'intenzione di giocare sino al 2018-i vice-campioni d'Europa tenteranno di regalare ad Andrea Agnelli-che ha abbracciato, commosso- tutti i giocatori, la terza Coppa dei Campioni.

Pietro Mancini

Tags:
pirloallegrijuventini
in evidenza
"Le intercettazioni sono una forma di sputtanamento, i cinesi sono più liberali di noi". Il graffio della Chirico

Guarda il video

"Le intercettazioni sono una forma di sputtanamento, i cinesi sono più liberali di noi". Il graffio della Chirico


in vetrina
Formazione continua e lavoro, come superare il mismatch: la visione di Fondo For.Te

Formazione continua e lavoro, come superare il mismatch: la visione di Fondo For.Te


motori
Renault presenta la sua prima collezione di NFT “genR5”

Renault presenta la sua prima collezione di NFT “genR5”

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.