A- A+
Sport
Calciopoli, Cassazione: Moggi ideatore dell'associazione a delinquere

Luciano Moggi e' stato "ideatore e promotore" dell'associazione a delinquere al centro del processo Calciopoli. Lo scrive la terza sezione penale della Cassazione, condividendo le conclusioni dei giudici del merito, pur dichiarando ormai prescritto il reato in questione. "La figura apicale del Moggi quale promotore del sodalizio - si legge nella sentenza depositata oggi - emerge a chiare lettere dagli atti del processo": e' l'ex dg della Juventus "ad ideare quel sistema di comunicazione impenetrabile e riservato - scrivono i supremi giudici - per comunicare con arbitri ed altri tesserati".

L'associazione per delinquere finalizzata alla commissione di frodi sportive "era ampiamente strutturata e capillarmente diffusa nel territorio con la piena consapevolezza per i singoli partecipi, anche in posizione di vertice di agire - osserva la Cassazione - in vista del condizionamento degli arbitri attraverso la formazione delle griglie considerate quale primo segmento di una condotta fraudolenta".

Questa impostazione, secondo gli alti giudici, "consente di inquadrare razionalmente il ruolo del Moggi all'interno di tale sodalizio" e la decisione presa dai giudici del merito (la Corte d'appello di Napoli condanno' a 2 anni e 4 mesi l'ex dg della Juventus, ma la Cassazione ha dichiarato la prescrizione del reato) e' "assolutamente esemplare nella misura in cui pone in risalto la poliedrica capacita' del Moggi di insinuarsi, 'sine titulo', nei gangli vitali dell'organizzazione calcistica ufficiale (Figc e organi in essa inseriti quali l'Aia). Viene cosi' - rilevano i giudici di piazza Cavour - correttamente descritta, senza enfatizzazioni o aporie logiche, la incontroversa abilita' di penetrazione e di condizionamento dei soggetti che si interfacciavano con l'imputato".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
calciopolicassazionemoggiassociazione a delinquere
in evidenza
Ferragni spettacolare a Parigi Calze a rete e niente slip

Le foto delle vip

Ferragni spettacolare a Parigi
Calze a rete e niente slip

i più visti
in vetrina
Juventus calciomercato: rivoluzione dopo Vlahovic. Una grande cessione e 2 colpi a parametro zero

Juventus calciomercato: rivoluzione dopo Vlahovic. Una grande cessione e 2 colpi a parametro zero


casa, immobiliare
motori
Maserati Grecale, ultimi test estremi nelle radure svedesi

Maserati Grecale, ultimi test estremi nelle radure svedesi


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.