A- A+
Sport

Promotori di un'associazione per delinquere finalizzata alla frode sportiva. Questa l'accusa del sostituto procuratore generale Antonio Ricci nei confronti di Luciano Moggi, Paolo Bergamo, Pierluigi Pairetto e Innocenzo Mazzini nel processo di appello di Calciopoli. Il pg ha chiesto 3 anni e un mese di reclusione per l'ex direttore generale della Juventus, 3 anni per gli ex designatori arbitrali e per l'ex vice presidente della Figc, Innocenzo Mazzini. Moggi fu condannato in primo grado a cinque anni e quattro mesi.

luciano moggi modificato 1

L'accusa, che ha accolto tutte le richieste di appello della Procura, ha chiesto anche la condanna a 2 anni e 5 mesi di reclusione per gli ex arbitri Massimo De Santis e Paolo Bertini imputati di frode sportiva, avendo rinunciato alla prescrizione. Sempre per frode sportiva e' stata chiesta la pena di un anno e 3 mesi per l'ex arbitro Antonio Dattilo. Per tutti gli altri imputati, tra i quali i fratelli Della Valle e Lotito, il pg ha chiesto il non luogo a procedere per intervenuta prescrizione.

Tags:
calciopoliappellomoggi
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Marica Pellegrinelli in bikini: il web si scalda. E con Borriello...

Marica Pellegrinelli in bikini: il web si scalda. E con Borriello...


casa, immobiliare
motori
Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.