A- A+
Sport
Catania Calcio, Pulvirenti ammette: ho comprato 5 partite

Il presidente del Catania Calcio, Nino Pulvirenti, ha ammesso davanti al Gip di Catania nel suo interrogatorio di garanzia, di aver coprato cinque partite del campionato di serie B per evitare la retrocessione della squadra. Pulvirenti ha detto di aver pagato 100.000 per ciascuna delle partite truccati. Lo rende noto il procuratore di Catania, Giovanni Salvi. Pulvirenti ha negato di aver mai scommesso sulle gare combinate.

Consentino, rafforzavo squadra altro che combine - "Tutto quello che e' stato contestato non e' vero ed e' contrario al mio obiettivo che, a Catania era quello di costruire una squadra forte per vincere il campionato". Lo ha detto l'ad del Catania, Pablo Cosentino, al Gip Fabio Di Giacomo che lo ha interrogato oggi nell'ambito dell'inchiesta sulle partite comprate. Lo ha riferito il suo legale, l'avvocato Carmelo Peluso, secondo cui Cosentino ha detto ancora: "Se avessi voluto comprare le partite non avrei rafforzato la squadra a gennaio e tutto e' contrario ai miei principi. Se avessi fatto questo sarei un folle e se lo ha fatto Pulvirenti e' un folle". Cosentino ha anche fatto sapere che il suo futuro non sara' piu' a Catania. Si e' dimesso dalla carica e domani scade il contratto che lo lega al club rossazzurro.

Legali Pulvirenti,ammesso contatti ma non decisivi - "Antonino Pulvirenti, che qualche giorno addietro si e' dimesso da tutte le cariche sociali del Calcio Catania, ha chiarito oggi la sua posizione nel corso di un lungo interrogatorio dinanzi al giudice delle indagini preliminari, dimostrando in particolare la sua assoluta estraneita' al fenomeno del calcioscommesse. Il signor Pulvirenti ha ammesso di aver avuto dei contatti con altri soggetti al fine di condizionare il risultato di alcuni incontri, e cio' al fine di salvare dalla retrocessione il Catania. Ha tuttavia manifestato la convinzione, anche alla luce della lettura degli atti, che tali contatti non abbiano avuto nessuna reale incidenza sull'esito degli incontri in questione". Lo affermano i legali di Nino Pulvirenti, gli avvocati Giovanni Grasso e Fabio Lattanzi, in merito allo scandalo del Catania Calcio.

Concluso interrogatorio Pulvirenti - E' finito l'interrogatorio di garanzia del presidente del Catania, Nino Pulvirenti. Il patron etneo ha lasciato il Palazzo di giustizia. Pulvirenti ha lasciato il Palazzo di giustizia da una porta laterale e non ha fatto dichirazioni. Anche il suo avvocato, il professore Giovanni Grasso, ha dribblato i cronisti.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
catania calciopulvirenticalcioscommesse
in evidenza
“Che pagliacci, politici al voto” Il Quirinale e l'ironia social

rete scatenata

“Che pagliacci, politici al voto”
Il Quirinale e l'ironia social

i più visti
in vetrina
Madonna, foto 'audaci' a 63 anni: boom sui social per lady Veronica Ciccone

Madonna, foto 'audaci' a 63 anni: boom sui social per lady Veronica Ciccone


casa, immobiliare
motori
Nuova Range Rover, arriva la versione plug-in con un autonomia fino a 113 km

Nuova Range Rover, arriva la versione plug-in con un autonomia fino a 113 km


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.