A- A+
Sport
Finale Euro 2020 Inghilterra-Italia, Crisanti: "A Wembley rischio contagi"

Andrea Crisanti lancia l'allarme sulla finale degli Europei tra Inghilterra-Italia: "Vedere 60mila spettatori a Wembley dà un’idea rassicurante di normalità, ma si è data un’ulteriore opportunità al virus di diffondersi"

Secondo Andrea Crisanti, è sbagliato “guardare solo i dati dei ricoveri e dei decessi" per avere un quadro dell'andamento della pandemia di Covid-19: "E’ come guardare solo i fotogrammi di inizio e fine di un film anziché guardarlo tutto, significa non avere cognizione di ciò che avviene sui territori e andare alla cieca. Vedere 60mila spettatori a Wembley dà un’idea rassicurante di normalità, ma si è data un’ulteriore opportunità al virus di diffondersi", ha detto a Radio Cusano Campus.

Andrea Crisanti: Siamo un passo da una nuova variante resistente al vaccino

Per Andrea Crisanti, "Boris Johnson si è assunto un rischio ma il rischio ci riguarda tutti, siamo ad un passo da una nuova variante resistente al vaccino. Già la variante Delta fa diminuire del 30% l’effetto del vaccino. Noi pensiamo che coi vaccini si risolva tutto, ma non è così. Un virus che cambia come questo basare tutto sui vaccini a mio avviso non avrà l’effetto sperato, perché non abbiamo la capacità di aggiornare i vaccini alle varianti alla velocità con cui cambia il virus. Per riformulare il vaccino ci vogliono un paio di mesi e mezzo anno per distribuirlo, nel frattempo il virus ha galoppato. Una cosa è vaccinare centinaia di migliaia di persone all’anno per l’influenza, altra cosa è vaccinare ogni anno decine di milioni di persone”

Andrea Crisanti: In Gran Bretagna la mortalità è aumentata di 10 volte

"Se vogliamo avere la percezione su quello che succede è un conto, se invece dobbiamo cambiare i parametri per tranquillizzare le persone è un altro. La Gran Bretagna continua a contare i casi giornalieri e la mortalità è aumentata di 10 volte, quindi non è vero che non succede nulla, parliamoci chiaro. La decisione politica di Johnson è molto pericolosa perché far correre questo virus è molto rischioso, si possono creare nuove varianti più resistenti al vaccino. Questo virus è ad un passo da quella situazione perché è un virus a elevata trasmissibilità che è in grado di far ammalare chi ha fatto una sola dose e in piccola parte anche chi ha fatto le due dosi. La Gran Bretagna sta assumendosi un grande rischio, il problema è che il rischio lo prendono anche tutti gli altri Paesi. Vedere 60mila spettatori a Wembley dà un’idea rassicurante di normalità, ma si è data un’ulteriore opportunità al virus di diffondersi. Queste sono decisioni politiche”. Sulla variante Delta, Andrea Crisanti ha detto: “Se uno è vaccinato con una singola dose può sviluppare una malattia anche grave sebbene con frequenza minore rispetto a un non vaccinato. Se uno è vaccinato con due dosi l’effetto della vaccinazione diminuisce del 30% secondo i dati di Israele”.

Andrea Crisanti: Alcuni Paesi sono Covid-free anche senza vaccinazioni di massa

Andrea Crisanti ha commentato così le diverse strategie anti-Covid: “Ci sono Paesi che sono covid free pur non avendo vaccinato la popolazione in massa, come la Nuova Zelanda e la Corea del Sud che hanno semplicemente implementato politiche per limitare la trasmissione del virus. A Singapore c’è stato un focolaio in un aeroporto ed hanno testato tutte le persone potenzialmente coinvolte nell’attività dell’aeroporto e l’hanno bloccato il focolaio. Noi invece pensiamo che coi vaccini si risolve tutto, ma non è così. Un virus che cambia come questo basare tutto sui vaccini a mio avviso non avrà l’effetto sperato, perché non abbiamo la capacità di aggiornare i vaccini alle varianti alla velocità con cui cambia il virus. Per riformulare il vaccino ci vogliono un paio di mesi e mezzo anno per distribuirlo, nel frattempo il virus ha galoppato. Una cosa è vaccinare centinaia di migliaia di persone all’anno per l’influenza, altra cosa è vaccinare ogni anno decine di milioni di persone. Quando l’Inghilterra ha lanciato l’allarme su questa variante dovevamo impedire che arrivasse in Italia, con i controlli in entrata e in uscita. Ma il problema è europeo, perché se ogni Paese fa come gli pare e in Italia ogni regione fa come gli pare, diventa un casino incredibile”.

 

 

Commenti
    Tags:
    finale euro 2020inghilterra-italiacrisantiwembleycontagi




    in evidenza
    Derby e scudetto all'Inter? No, Lopetegui nuovo allenatore

    Milan, l'incubo dei tifosi

    Derby e scudetto all'Inter? No, Lopetegui nuovo allenatore

    
    in vetrina
    Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove

    Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove


    motori
    Lancia celebra 70 anni con il ritorno alla 1000 Miglia

    Lancia celebra 70 anni con il ritorno alla 1000 Miglia

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.