A- A+
Sport
Garcia: "Sono stato infangato, difenderò il mio onore"

GARCIA: "SONO STATO INFANGATO. DIFENDERO' IL MIO ONORE IN QUALSIASI MODO" - "Non accetterò che si cerchi di infangarmi, mi batterò con ogni mezzo per difendermi da questa ingiustizia e da queste menzogne. Denuncio questo intollerabile attacco al mio onore". Dura presa di posizione di Rudi Garcia all'indomani della squalifica per due giornate sulla base della tentata aggressione denunciata da uno steward. "Non accetterò che si cerchi di infangarmi attribuendomi gesti aggressivi che non ho commesso", dice tecnico giallorosso attraverso una nota dell'Ansa.

"In seguito alle accuse infondate, che sono state rivolte contro di me, e alla sanzione di cui sono vittima, denuncio questo intollerabile attacco al mio onore e alla mia reputazione. Tutta la mia carriera di calciatore, educatore e allenatore testimonia un comportamento esemplare che non è mai venuto meno. Non accetterò che si cerchi di infangarmi attribuendomi gesti aggressivi che non ho commesso, che deploro e che sono contrari alla mia educazione. Mi batterò con ogni mezzo a mia disposizione per difendermi da questa ingiustizia e da queste menzogne".

GARCIA VUOLE DENUNCIARE LO STEWARD DI MARASSI - "Garcia ha già espresso l'intenzione di denunciare penalmente lo steward" del Genoa che ha dichiarato di esser stato aggredito dal tecnico della Roma, "e lo stesso valuterà di fare anche la società". Il dg della Roma Mauro Baldissoni commenta così i due turni di stop a Garcia. Spiega a Roma Tv: "Siamo molto sorpresi. Non è la prima volta che la giustizia sportiva riesce a stupirci. E siamo anche un po' stanchi di fare giurisprudenza". "Sembra che con la Roma si voglia portare sempre più in là lo spazio di intervento - ha proseguito Baldissoni a Roma Tv - Dovremo vedere la carte, ma sembra che Garcia sia stato squalificato sulla base di una dichiarazione resa spontaneamente da uno steward del Genoa, e senza che i presunti fatti a lui addebitati siano stati visti né dagli ufficiali di gara né dalla procura federale".

"Stiamo sfiorando il grottesco - ha aggiunto - Alla fine della partita c'era un clima di estrema tensione, con un fitto lancio di oggetti dalle tribune verso i nostri giocatori e gli ufficiali di gara. Per un paio di minuti credo non si sia potuti rientrare negli spogliatoi a causa del rischio serio per la loro incolumità. Si è visto anche Strootman colpito da una bottiglia piena. C'è stata un po' di tensione, ma nulla più di questo, perché si chiedeva agli inservienti del Genoa di allungare il tunnel che consente di evitare incidenti per il lancio di oggetti. Gli inservienti invece a quanto pare non sono stati in grado di offrire questa protezione. Ci ha stupito anche la sanzione pecuniaria inflitta alla Roma. Al Genoa è stata data una multa di 30 mila euro per il lancio di oggetti da parte dei suoi sostenitori, senza nulla dire che non si è contribuito a salvaguardare la salute di tutti attraverso le coperture previste, mentre la Roma è stata sanzionata con 20 mila euro perché si è rifiutata di fornire i cartellini dei giocatori per consentire il riconoscimento proprio di questo steward".

DUE TURNI A GARCIA ECCO LE MOTIVAZIONI DEL GIUDICE SPORTIVO - Due turni di stop per il tecnico della Roma Rudi Garcia, uno per quello della Juventus Massimiliano Allegri. Lo ha deciso il Giudice sportivo della serie A Gianpaolo Tosel a proposito delle gare dell'ultimo turno.

Garcia paga per il concitato finale di match contro il Genoa al Ferraris, che ha portato il coordinatore degli stewards in servizio nello stadio a dichiarare che "al termine della gara mentre insieme ai miei collaboratori tiravo fuori il tunnel di protezione dell'ingresso spogliatoi, venivo aggredito dal tecnico della Roma Rudi Garcia il quale strattonandomi provava a tirarmi uno schiaffo verso il viso, che schivavo senza essere colpito. Subito dopo il sig. Garcia veniva allontanato da persone li presenti. Contemporaneamente un signore con addosso la tuta della Roma a me ignoto strattonava me ed un mio collaboratore, attingendoci anche con uno sputo che colpiva me stesso all'altezza del viso"

Tale dichiarazione -scrive il Giudice- trovava un puntuale riscontro nelle analoghe dichiarazioni rese da altri due stewards. Alla luce di quanto accaduto, il Giudice ha sanzionato il Genoa con l'ammenda di 30.000 euro per la condotta violenta dei propri sostenitori, ha fermato Garcia per due turni "per condotta aggressiva e intimidatoria nei confronti di uno steward", un turno al romanista Holebas "per aver rivolto platealmente al pubblico un gesto insultante" (dito medio al rientro nel sottopassaggio alla fine del match, ndr). Ammenda di 20.000 euro anche alla Roma "per avere suoi collaboratoriomesso di ottemperare ad una legittima richiesta formulata dai collaboratori della Procura federale per esigenze istruttorie".

 

Tags:
rudy garciaallegri
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Mercedes-AMG è la musa ispiratrice del progetto di arte digitale NFT

Mercedes-AMG è la musa ispiratrice del progetto di arte digitale NFT


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.