A- A+
Sport
Milito, opzione inglese. Inter sull'erede di CR7

Futuro in Argentina per Diego Milito dopo la scadenza del 30 giugno 2014 con l'Inter? Forse. Ma spunta un'altra opzione: il Principe, in cuor suo spera che Erick Tohir gli faccia una proposta irrinunciabile, ma sa che non sarà facile e si guarda intorno. Dalla Premier League sono arrivati segnali. Lo cerca il West Ham, parecchio deluso dal suo bomber principe, Andy Carrol e in cerca di una punta con la giusta esperienza in area di rigore. Si vedrà. Intanto secondo tuttomercatoweb, l'Inter sta puntando sull'erede di Cristiano Ronaldo: Ivan Ricardo Neves Abreu Cavaleiro. I nerazzurri cercano di portare in Italia il giovane esterno prima che lui trovi un accordo per il rinnovo del contratto con il Benfica che porterebbe a 40 milioni di euro la clausola rescissoria.

Sneijder ed Eto'o, valigie pronte - Due vecchie conoscenze nerazzurre (epoca Triplete) nel frattempo si guardano attorno. Wesley Snejider non ha visto scoccare l'amore con Istanbul e pensa all'addio dal Galatasaray, magari già in gennaio. Sono tornate in auge le voci sul Manchester United, con l'aggiunta però che a differenza dei tempi interisti ora il cartellino di Wes costa molto meno. Eto'o invece non è così certo di rimanere ancora molto a Londra insieme a Mourinho. Il camerunense ha rifiutato la proposta del Toronto ma spera che l'America chiami: LA Galaxy, Chicago Fire, Seattle Sounders e DC United sarebbero mete preferite al vecchio leone d'Africa.
 

stramaccioni mazzarri
 

Mazzarri peggio di Stramaccioni. I numeri

Il terzo pareggio consecutivo (contro Bologna, Sampdoria e Parma) in un ciclo che nelle aspettative avrebbe dovuto portare 7/9 punti lascia l'Inter a bocca asciutta e a -4 dal terzo posto di un Napoli che non sta viaggiando a medie stellari (vedi il 3-3 casalingo con l'Udinese che dà una brutta butta alla ambizioni da scudetto: Juve a +8, Roma a +5 sui partenopei).

L'Inter di Mazzarri sta perdendo occasioni importanti e per giunta sta andando più lenta della squadra che aveva in mano Andrea Stramaccioni un anno fa di questi tempi. Il confronto numero è chiaro ed evidente sotto tutti i punti di vista: 31 punti e terzo posto nel 2012, 28 e quarto gradino in classifica ora. Vero che poi da febbraio iniziò un crollo che fece precipitare la squadra sino al nono posto finale, mentre quest'anno la sensazione è che la squadra terrà botta, però intanto per Thohir son più dolori che gioie...

Nel nome del Chino Recoba - Massimo Moratti intanto giura di avere fiducia in questa squadra malgrado gli ultimi risultati: "Ne ho abbastanza anche se c'è questa serie di pareggi. Dico così perchè mi sembra equilibrata e l'allenatore è una persona forte, ha bel rapporto con il gruppo. Qualcosa di buono potremo fare, superando questo momento. Anche loro son stati bravi e hanno subito il cambiamento senza dire nulla. Nessuno mi ha fatto pesare questa cosa. Sono andati avanti lo stesso. Un po' i risultati attuali sono legati a questo cambiamento. Io credo che oltre all'internazionalizzazione, il futuro sarà legato al carattere di chi entra e io non posso sapere. Ma per l'ambizione di queste persone, non posso prevedere il futuro, ma certamente sarà positivo". L'ex patron ha risposto anche a una domanda su chi fossero i calciatori che l'hanno colpito nella sua gestione...  "Non voglio far nomi, al massimo dico Recoba che lo sanno tuti essere una mia passione, ma nessuno era geloso di lui, sapevano che era una mia mania. Poi Ronaldo e Ibra, tutti caratteri speciali che io ho apprezzato, anche perchè alla base del campione in campo".

Tags:
mazzarristramaccioniinter

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.