A- A+
Sport
Milan, 0-0 col Chievo. Annullato gol a Cacciatore. Spavento Donnarumma

MILAN, SPAVENTO PER DONNARUMMA E TAC, MA GIGIO STA BENE 

LE ALTRE PARTITE DELLA DOMENICA - La Roma di Spalletti vince l'ottava partita in fila superando 2-1 l'Udinese e allungando così in classifica sulla Fiorentina, fermata in casa sull'1-1 dal Verona. Gol e spettacolo a Marassi, dove il Genoa vince in rimonta contro il Toro dopo essere stato sotto 2-0, mentre il Carpi vince 2-1 lo scontro diretto con il Frosinone e spera ancora nella salvezza.

Il Milan conferma i problemi evidenziati col Sassuolo e dopo la sconfitta di Reggio Emilia fa 0-0 al Bentegodi col Chievo. Le assenze di Montolivo a centrocampo (la palla gira lenta senza di lui) e di Niang davanti (Menez fuori condizione, Luiz Adriano al rientro non ha inciso e Balotelli bocciato dopo le recenti prestazioni) si sono fatte sentire nella squadra di Mihajlovic. In più il problema muscolare a Kucka ha tolto energia al centrocampo rossonero.

Primo tempo grigio dei rossoneri (anzi è Abbiati - subentrato a Donnarumma - a essere impegnato), che mettono un po' più di ritmo nel match nella ripresa. Ma cambia nulla in termini di risultato: finisce 0-0. A due minuti dalla fine annullato ai clivensi il gol di Cacciatore su colpo di testa da calcio di punizione. L'arbitro Damato probabilmente ha fischiato un fallo su qualche blocco in area ma certamente c'era anche posizione di fuorigioco. Il Milan recrimina contro se stesso e la sfortuna quando al 74' nella stessa azione prende prima la traversa con Abate (tiro deviato dal portiere) e poi Bertolacci non è preciso e colpisce il palo.

La cronaca - Nei padroni di casa, orfani degli indisponibili Gamberini e Inglese, Rolando Maran ha puntato sul consolidato modulo 4-3-1-2, inserendo in avvio Cacciatore, Dainelli, Cesar e Gobbi a protezione di Bizzarri; il rientrante Hetemaj (preferito a Nicola Rigoni), Radovanovic e Castro a centrocampo; con Birsa a sostegno del duo offensivo composto da Floro Flores e Meggiorini. Negli ospiti, guidati dalla panchina da Nenad Sakic, con lo squalificato Sinisa Mihajlovic relegato in un box del Bentegodi, da segnalare l'assenza dell'ultima ora di Kucka, che si aggiunge a quelle gia' certe degli infortunati Ely, Niang e Montolivo. Archiviata dunque l'idea di tornare al 4-3-3, i rossoneri si sono schierati col 4-4-2, iniziando la sfida con Abate, Romagnoli, Alex e Antonelli schierati davanti allo sfortunato Donnarumma, costretto a dare forfait e a lasciare spazio ad Abbiati al 19' per un lieve stordimento a seguito di uno scontro di gioco con Cacciatore. In mezzo al campo spazio a Honda, Poli, Bertolacci e Bonaventura; con il tandem d'attacco Bacca, Menez (per la prima volta titolare in questa stagione). In scena nella ripresa Luiz Adriano, con Balotelli retrocesso a "ultima scelta", oggi per 90 minuti in panchina. La prima vera conclusione del match e' giunta al 21': su un bel diagonale di Floro Flores l'appena entrato Abbiati ha risposto alla grande, salvando i suoi compagni. Lo stesso estremo difensore si e' ripetuto undici minuti dopo su un bel rasoterra angolato di Meggiorini, ben servito in profondita' da Birsa. Al 42', poi, il primo squillo del Milan, con una punizione mancina di Honda, terminata di non poco al lato.

Leggermente piu' accesa la ripresa. Al 6' Bonaventura ha calciato con violenza, mancando pero' il bersaglio; al 9' Abbiati ha bloccato una conclusione angolata ma non potente di Birsa; un minuto piu' tardi, su un buon cross di Honda, Bacca ha svettato di testa, spedendo pero' la sfera sull'esterno della rete. Al 29' la doppia occasione in favore del Milan: prima Abate ha calciato con violenza e Bizzarri si e' salvato con l'aiuto della traversa, sulla respinta Bertolacci ha tirato di prima intenzione, centrando in pieno il palo. Al 35' l'ultimo sussulto del match con il portiere clivense bravissimo a uscire tempestivamente su Bacca, bloccando il centravanti rossonero e spezzando di fatto le residue speranze degli ospiti. Al 90', infine, l'inutile gol di Cacciatore, giustamente annullato dall'ottimo arbitro Damato per l'offside del difensore gialloblu' sulla punizione claciata da Pepe.

IL TABELLINO
CHIEVO-MILAN 0-0
Chievo (4-3-1-2): Bizzarri; Cacciatore, Dainelli, Cesar, Gobbi; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Birsa (28' st Pepe); Floro Flores (17' st Pellissier), Meggiorini (43' st Mpoku)
A disposizione: Seculin, Bressan, Costa, Frey, Spolli, Sardo, Pinzi, Rigoni, Ninkovic.
Allenatore: Maran
Milan (4-4-2): Donnarumma (19' Abbiati); Abate, Alex, Romagnoli, Antonelli; Honda, Bertolacci, Poli (39' st Mauri), Bonaventura; Menez (15' st Luiz Adriano), Bacca.
A disposizione: D. Lopez, Zapata, Mexes, Calabria, De Sciglio, Balotelli, Boateng.
Allenatore: Sakic
Arbitro: Damato
Ammoniti: Dainelli, Castro, Cacciatore, Gobbi (C); Menez, Bonaventura, Abate (M)
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
milanchievocacciatore
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
La nuova Range Rover è stata svelata alla Royal Opera House di Londra

La nuova Range Rover è stata svelata alla Royal Opera House di Londra


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.