A- A+
Sport
Milan, addio stadio di Barbara. Silvio Berlusconi: "Ancora a San Siro"

Dopo l'incontro di lunedì pomeriggio con Bee Tacheaubol, la firma sull'accordo per la cessione del 48% delle azioni del Milan e' sempre piu' vicina. "Firmeremo due giorni piu' avanti del mio compleanno, anche se ho un'eta' in cui non si fa piu' festa per il proprio compleanno", dice Silvio Berlusconi incontrando la stampa all'uscita dell'incontro. "E' un'operazione molto sensata. La commercializzazione del brand del Milan non solo in Cina dove abbiamo 242 milioni di simpatizzanti, ma in tutti i paesi dell'Asia - spiega - un piano di commercializzazione molto serio che portera' un incremento delle entrate del Milan superiore ai 100 milioni. Mister Bee e' una persona molto seria e mi piace anche come persona. E' un partner molto gradito per fare molto lavoro con il Milan".

Berlusconi poi, alla domanda se e' completamente tramontata l'idea di costruire uno stadio di proprieta' del Milan, risponde: "Sono intervenute molte considerazioni e approfondimenti negativi e credo che prevarranno i sentimenti che ho io nei confronti di San Siro. Eppoi San Siro si sta abbellendo per adempiere alle richieste della Uefa per ospitare la finale della Champions League dell'anno prossimo" dice Berlusconi che poi ricorda come "sia stato lo stadio italiano migliore perche' nato per il calcio visto che non ha la distanza tra campo e gli spalti come Napoli e Roma, dove il campo e' lontano e io non riesco a godermi una partita. Anche Mr.Bee guarda con molta simpatia il mantenimento di San Siro".

Sul derby perso: "Ho visto una bella partita, Un'Inter vigorosa, un buon Milan, con delle buone prove da parte degli undici componenti in campo. Ho apprezzato ciascuno di loro, anche Balotelli quando e' entrato. Credo possa essere un rafforzamento della nostra rosa".

Fiducia nel lavoro e nelle scelte di Sinisa: "Ho telefonato a Mihajlovic per fargli i complimenti" aggiunge l'ex premier. "Non sono preoccupato per i tre punti persi. Il campionato e' lunghissimo. Per la vittoria dell'inter 'chapeau', ma e' stata una partita che poteva finire sia con la vittoria del Milan che con un pareggio che avrebbe rispecchiato l'andamento della partita. L'obiettivo chiaro e' ritornare protagonista in Europa e nel mondo".

Berlusconi parla di Balotelli: "Mihajlovic ha avuto un incontro con lui, dettandogli regole di comportamento molto precise. Ha dato la sua garanzia al club ed a me e finora e' stato ineccepibile. Io da parte mia ho avuto una lunga telefonata in cui gli abbiamo dato la garanzia di tornare ad essere quello che non era piu', con quella che e' la sua ultima vera occasione nella sua vitadi di dimostrare di essere un campione e non lasciare il brutto ricordo se avesse continuato il suo comportamento con la sua squadra di prima".

Tags:
milanstadiobarbarasilvio berlusconisan siro
in evidenza
Cristina D'Avena, bikini esplosivo Fans: "Per tutti i puffi". LE FOTO

Wanda, Fico e... Gallery Vip

Cristina D'Avena, bikini esplosivo
Fans: "Per tutti i puffi". LE FOTO

i più visti
in vetrina
Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente

Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente


casa, immobiliare
motori
Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.