A- A+
Sport
Morto uno dei più grandi dello sport proprio mentre stava praticando

Lutto nel mondo della boxe. Il 28enne pugile australiano Davey Browne Jr è morto a causa delle gravi lesioni riportate nel corso del match perso venerdì per il titolo regionale dei pesi superpiuma Ibf contro il filippino Carlo Magali. Browne era stato messo k.o. a 30 secondi dalla fine dell'ultimo dei 12 round previsti. Il 28enne australiano, padre di due bambini, inizialmente aveva ripreso conoscenza per poi crollare. Ricoverato al Liverpool Hospital di Sydney in condizioni critiche per le lesioni cerebrali riportare, Browne è deceduto dopo che la famiglia vista la situazione irreversibile ha deciso di far spegnere i macchinari che lo tenevano in vita.

E non potevano mancare le polemiche. Il dottor Stephen Parnis, vicepresidente dell'Ama, l'Associazione medica australiana, dice che è tempo di abolire la boxe. "Un pugno ti può uccidere, che tu lo riceva il venerdì notte fuori da un pub o su un ring. È una terribile tragedia per un giovane con famiglia, ma il fatto che sia una cosa evitabile lascia una grandissima amarezza" spiega Parnis. “Come è concepito oggi il pugilato rende inevitabile che qualcuno rimanga ferito o irreversibilmente lesionato da un punto di vista cerebrale, ecco perché l'Ama pensa non si possa continuare con la boxe".

Tags:
morte
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022

Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.