A- A+
Sport
Roma caos, 5 giocatori bloccati all'aeroporto e mandati a casa

Roma, scoppia il caos in vista dell'esibizione a Giacarta: cinque giocatori giallorossi non hanno avuto il visto per entrare in Indonesia e hanno dovuto rientrare nella capitale.

Si tratta di Ibarbo, Ljajic, Gervinho, Doumbia e Sanabria.

Il club capitolino ha fatto spiegato di avere inviato per tempo la documentazione necessaria ma i giocatori sono stati bloccati alla dogana dell'aeroporto indonesiano. E non si è riusciti a trovare una soluzione per loro.

"Siamo dispiaciuti per la situazione dei nostri cinque giocatori, avevamo fatto tutto il necessario, ma l'esperienza qui sarà positiva. Sinceramente l'accoglienza che abbiamo ricevuto dai fan è la migliore che abbia mai visto", ha commentato sui social network l'amministratore delegato della Roma, Italo Zanzi.

Tags:
romaaeroportozanzigiacarta
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.