A- A+
Sport
Serie A: Mihajlovic in panca ferma la Lazio. Passo falso Roma. Vola l'Atalanta
MIHAJLOVIC (fonte Lapresse)

BOLOGNA-LAZIO 2-2, CON MIHAJLOVIC IN PANCHINA

Con Mihajlovic di nuovo in panchina, il Bologna ferma la Lazio sul 2-2. Due volte in vantaggio (Krejci e Palacio), due volte ripresa da Immobile, autore quindi di una doppietta - su assist di Lulic e Luis Alberto - che lo proietta in cima alla classifica marcatori. Espulsi Leiva e Medel. Resta il 2-2, anche perche' Correa spara sulla traversa il rigore del sorpasso al minuto 88.

ATALANTA TRAVOLGE IL LECCE (3-1)

L'Atalanta travolge il Lecce e continua la sua marcia a mille all'ora in campionato, agganciando momentaneamente la Juve al secondo posto; la Roma e la Lazio non vanno oltre il pari con Cagliari (1-1) e a Bologna (2-2). Senza storia la sfida nel rinnovato stadio di Bergamo (3-1): Gabriel fa quel che puo' su Ilicic e Gomez, ma dopo la mezz'ora Gosens serve Zapata, infallibile. Il colombiano poi e' perfetto assistman per Gomez, che incrocia il mancino per il 2-0. Gollini d'istinto su La Mantia, nella ripresa l'Atalanta chiude i conti: Ilicic per Gosens, imparabile per Gabriel il mancino del tedesco. Nel finale in gol Lucioni.

ROMA, PASSO FALSO CON IL CAGLIARI ALL'OLIMPICO

La Roma non sfrutta il fattore casalingo e non va oltre l'1-1 contro il Cagliari. Massa, dopo consulto Var, giudica da rigore il tocco di mano di Mancini in area. Dal dischetto infallibile Joao Pedro. Pari immediato dei giallorossi: cross di Kluivert e sciagurata autorete di Ceppitelli. Lungo forcing giallorosso ma resta l'1-1, protagonista l'ex Olsen. Nel recupero Kalinic in gol, annullato per una spinta dell'ex viola su Pisacane (fuori in barella dopo uno scontro con Olsen).

ATALANTA, GASPERINI "RISULTATO PERSINO STRETTO MA NOI CI SIAMO"

"Siamo in un ottimo momento, in una striscia di risultati e prestazioni notevolissima. Giocare tante partite con questo valore significa che ci siamo, non e' una sorpresa perche' siamo da tanti anni nelle zone alte della classifica ma siamo sempre alla ricerca di conferme". Gian Piero Gasperini commenta con soddisfazione la vittoria per 3-1 dell'Atalanta sul Lecce per confermare il terzo posto in classifica: "Il risultato forse e' anche stretto per quanto creato. Abbiamo ancora tanti margini, possiamo migliorare nel cinismo e nei passaggi - ha spiegato il tecnico orobico a Dazn - Siamo sempre alla ricerca di accorgimenti per crescere, ricordo nei primi anni la grande differenza con le big. La stessa cosa vogliamo fare con la Champions: l'esperienza in Europa la portiamo poi in campionato". Battuta finale sul Gewiss Stadium: "Abbiamo battezzato bene il nuovo stadio, per quanto la squadra abbia fatto una buona partita il vero spettacolo sono stati i tifosi", conclude Gasperini.

FIORENTINA, MILENKOVIC METTE KO L'UDINESE: 3 VITTORIA IN FILA PER MONTELLA

Quinto risultato utile consecutivo, terza vittoria di seguito, per la Fiorentina che al Franchi supera 1-0 un'ottima Udinese. A sbloccare la gara valida per la settima giornata il gol di testa di Milenkovic al 72'. La squadra di Montella sale in classifica a 11 punti, ferma a 7 l'Udinese. Friulani subito pericolosi, al 3' De Paul, innescato da Jajalo, trova spazio sulla destra e lascia partire un diagonale basso su cui interviene Dragowski. Sull'altro fronte Pulgar lancia lungo per Chiesa che in scivolata arriva alla deviazione ma Musso para. Partita bloccata con l'Udinese che si difende con ordine e la Fiorentina che fatica a trovare spazi. Contropiede viola orchestrato da Ribery che fraseggia al limite con Chiesa, una volta in area il francese viene contenuto da Ekong e perde l'attimo. Fiammata dei toscani al 23', Chiesa, spalle alla porta, appoggia per Castrovilli che piazza un tiro deviato in angolo. Alla mezz'ora su corner, Pezzella tutto solo può schiacciare di testa, il capitano non trova però la porta. Al 33' Udinese in vantaggio, gol di Nestorovski, ma l'arbitro Prontera annulla per un fallo di mano di Okaka dopo aver consultato il Var. Angolo di Pulgar, Castrovilli colpisce da posizione favorevole ma Nestorovski salva sulla linea di porta. Sul finale di tempo destro di Chiesa dal limite murato da Opoku. (AdnKronos) - La ripresa vede in apertura un tentativo di De Paul da fuori, pallone a lato. Poco dopo passaggio profondo per Sema, Dragowski in uscita bassa lo anticipa. Sull'altro fronte passaggio teso di Chiesa, Castrovilli e Dalbert non ci arrivano per un soffio. Errore in uscita di Troost-Ekong che innesca Chiesa, l'attaccante della Fiorentina tira a tu per tu con Musso che si salva di piede. Al 56' punizione di Ribery, l'ex Bayern sfiora il palo. Al 58' occasione per l'Udinese, su cross di Sema la sfera arriva a Larsen sul secondo palo anticipato da Dalbert. Si scaldano gli animi e l'allenatore bianconero Tudor viene espulso per proteste. Ancora Ribery, con una accelerazione sulla fascia sinistra arriva sul fondo e crossa ma senza trovare compagni. Al 72' la svolta della gara, su un corner battuto da Pulgar Milenkovic svetta di testa tra due difensori e insacca la rete del vantaggio viola. Pronta reazione dei friulani con Lasagna che entra in area e cerca il secondo palo ma Dragowski salva. Al 78' tiro al volo di Dalbert, Musso è reattivo e alza la sfera in angolo. La squadra di Montella sembra più lucida in questa fase finale dell'incontro. Nel finale Zurkowski, entrato al posto di Castrovilli tenta la via del gol ma il suo tiro viene contenuto da un difensore, ci prova anche Chiesa, la difesa bianconera si salva. Ci prova l'Udinese, De Paul pesca in area Barak ma Dragowski lo anticipa.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    mihajlovicmihajlovic panchinamihajlovic bologna lazioroma cagliariatalanta lecce
    in evidenza
    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    i più visti
    in vetrina
    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


    casa, immobiliare
    motori
    Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

    Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.