A- A+
Sport
galliani modificato 20

GALLIANI: "OLA JOHN E HONDA NON SONO ALTERNATIVI" - "Torniamo da Valencia con due infortuni pesanti. La speranza è quella di avere Robinho per il play-off di Champions. Speriamo di recuperarlo sul filo". Galliani resta in ansia per la contrattura del brasiliano. Conferma la "trattativa reale con l’Inter per Silvestre. Cercheremo di trovare la quadratura del cerchio". Coccola Poli, per cui si sta lavorando sul riscatto dell'intero cartellino dalla Sampdoria: "Se troviamo degli accordi sulle contropartite tecniche possiamo provare a prendere la seconda metà, ma Niang non può partire. Abbiamo fuori Robinho e Pazzini e fino a dopo al play-off non può partire".

L'attaccante esterno del Benfica (e dell'under 21 olandese) Ola John e Keisuke Honda? "Non sono alternativi". Prosegue la partita a scacchi tra Milano e Mosca: "Il Presidente del CSKA ha ragione: Honda ha un contratto con loro fino al 31 dicembre, noi abbiamo fatto un’offerta che riteniamo congrua. Loro dicono che è poco e per ora nulla".

Infine le note positive delle prima amichevoli: "De Jong è un ottimo giocatore  ora si è ripreso, ma lo sapevamo che avrebbe fatto bene. Petagna e Cristante stanno facendo molto bene. Sono due giovani di 18 anni che eravamo convinti avrebbero fatto bene anche in prima squadra oltre che in Primavera”.

MEXES "SIAMO DA SCUDETTO,IL MIGLIORE E' BALOTELLI" - "Se siamo da scudetto? Siamo il Milan, ce la giocheremo, questo ve l'assicuro. Non abbiamo avuto rinforzi come le altre squadre ma non ne abbiamo bisogno, stiamo bene tra di noi e cercheremo di essere sulla stessa linea della seconda parte dell'anno scorso. E l'attaccante piu' forte ce l'abbiamo noi, e' Balotelli". Philippe Mexes parla da leader. Intervistato a Milanello, il difensore francese non si preoccupa troppo di come e quanto le avversarie per il titolo si stiano rinforzando: il primo obiettivo dei rossoneri e' intanto superare il play-off di Champions League. "Siamo qui per lavorare e arrivare al momento giusto nelle migliori condizioni, approfittiamo di amichevoli e tournee' per lavorare, soprattutto a livello difensivo. E poi aspettiamo i nazionali, quella sara' una partita importante per noi", dice Mexes, che a proposito del sostituto dell'infortunato Bonera (probabilmente l'interista Silvestre) racconta: "Puo' essere qualsiasi giocatore, sara' comunque il benvenuto. Soprattutto - prosegue l'ex romanista - aspettiamo Bonera, e' il capo, il piu' anziano, ci da' sicurezza. Vergara? E' un ragazzo che non conoscevo e che e' molto sensibile, ti da' questa sensazione di essere un 'vecchio' pur essendo un giovanissimo. E' un ragazzo d'oro". Se il Milan potra' giocarsi l'accesso alla fase a gironi di Champions lo deve a Mexes, al gol di Siena in extremis che ha regalato tre punti decisivi per battere la concorrenza della Fiorentina. "Te la godi di piu' a sentirti importante con un gol essendo un difensore, ma al di la' di quello penso sia stato un punto della stagione perfetto, non me l'aspettavo. Anche se era un altro a segnare era uguale", prosegue. Se finiro' la carriera al Milan? Me lo auguro, sono a disposizione come sempre", risponde Mexes, che nonostante sia l'anno del Mondiale, assicura di non pensare piu' alla Francia. "In Nazionale ormai lascio il posto ai piu' giovani"

silvestre ljajic

MILAN, ACCORDO CON SILVESTRE. GALLIANI NON MOLLA LJAJIC

L’infortunio di Daniele Bonera (sarà fuori per 70/90 giorni dopo la rottura della rotula dopo la gara col Valencia) ha obbligato Galliani a correre i ripari. In rosa dietro a Mexes-Zapata ci sono solo il giovane Vergara e Zaccardo (accordo bloccato con il Sassuolo) che non ha mai avuto grandi chance da Allegri. E' stato trovato l’accordo con il difensore italo-argentino dell'Inter, Matias Silvestre. Da tempo era uno dei nomi accostati al Milan, in particolare per uno scambio di prestiti con Nocerino (giocatore che piace molto a Walter Mazzarri, lo voleva già ai tempi di Napoli). In realtà però l'Inter in questo momento sta frenando sull'ipotesi di scambio e vorrebbe cederlo a titolo definitivo (la sua stagione in nerazzurro è stata decisamente negativa ed è fuori dai piani dello staff tecnico). L'affare comunque verrà concluso.

Fronte Ljajic. Il club di via Turati non ha mai mollato il 21enne fantasista serbo, nepure quando da Firenze giungevano voci di rinnovo certo. Invece è tutto fermo e il giocatore - in scadenza tra un anno - ha manifestatto tutta la sua voglia di lasciare il club viola. L'agente Ramadami e la dirigenza toscana si incotnreranno nei prossimi giorni per cercare di trovare un accordo. Via subito o contratto allungato con clausola rescissoria (ma l'entourage del giocatore vuole un prezzo d'uscita inferiore ai 10 milioni di euro). Vero che Adem piace a molti all'estero (Tottenham in primis e i Della Valle non vorrebbero rinforzare rivali italiane), ma se dovesse impuntarsi sulla scelta rossonera, per il Milan sarebbe una situazione di forte vantaggio...

Infine Honda (gran gol su punizione nel derby contro la Lokomotiv Mosca): il Cska non vuole fare sconti, fa sapere di avere offerte migliori da altri club e la società rossonera resta in stand by. Ben sapendo che a gennaio il giocatore sarà libero di vestire la maglia del Milan. Yevgeny Giner, presidente del clun moscovita comunque fa catenaccio: "Il giocatore puo' parlare con altri club del suo futuro, ma al momento non puo' andar via, a meno che non arrivi un'offerta adeguata. Si parla di proposte che raggiungono 1,5-2 milioni di euro, ma non e' una soluzione utile per noi. Honda e' un giocatore importante per noi. Se Keisuke gioca al meglio, potra' guadagnare un contratto migliore. Non necessariamente finira' al Milan".

Infermeria. Bonera a parte, resta l'ansia Robinho. Il brasiliano, che ha iniziato molto bene la stagione (rigori sbagliati a parte) soffre di una distrazione muscolare all'adduttore della coscia sinistra. Tra due settimane nuovi esami.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
silvestreljajichondacalciomercato
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


casa, immobiliare
motori
CUPRA Born: il suono della natura per farsi sentire

CUPRA Born: il suono della natura per farsi sentire


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.