A- A+
Sport
stramaccioni mourinho

"Appena Moratti sbaglia un aggettivo, vengo travolto da nomi di altri allenatori. Prego il presidente di non sbagliarli...". Il tecnico dell'Inter, Andrea Stramaccioni, ironizza sulla sua posizione, spesso messa in bilico anche per l'interpretazione delle parole del patron nerazzurro. "Scherzi a parte, se il presidente mi mandasse via strasera o tra tre anni, dovro' dirgli solo grazie", sottolinea in conferenza stampa il mister romano, che poi affronta l'argomento Mourinho: "Non c'e' alcuna competizione perche' lui e' amato da questo club e so anche dal presidente quale sia la verita'. Mi dispiace che queste cose vengano utilizzate per illudere i tifosi quando la squadra e' in difficolta'".

"Da tifoso dico che quando l'aspettativa e' disillusa lascia l'amaro in bocca". Parlando della partita contro la Juventus, l'unico dubbio di formazione riguarda Samuel, sul quale Stramaccioni si riserva di decidere nelle prossime ore. In attacco ci sara' Palacio nonostante, dopo il viaggio e l'impegno con la sua nazionale, si senta "frullato".

Obiettivi: "Credo ancora nel raggiungimento del terzo posto, ma dobbiamo ragionare partita per partita. Contro i bianconeri sara' dura ma, piu' che il risultato, penso che conti la prestazione - ha detto il tecnico nerazzurro in conferenza stampa -. Non e' una partita come le altre, incontriamo la squadra che finora sta dimostrando di essere la migliore. Le motivazioni sono al massimo, e' la partita giusta per mettere in campo tutto quello che abbiamo". Sulla designazione di Rizzoli: "E' uno dei migliori arbitri italiani, e' una designazione top per una partita top. Da quel Juve-Inter dell'andata non siamo stati piu' fortunati in area da rigore, ma lo dico col sorriso, senza polemiche". Se Conte ha detto che il pareggio non farebbe comodo a nessuna delle due, Stramaccioni osserva che "mi risulta difficile valutare se sia soddisfacente o no prima della gara, si potra' dire eventualmente solo a posteriori. Noi pero' andremo in campo per vincere".

"Abbiamo la nuvoletta nera: quando ho sentito che Isla era partito subito e che Gargano e Pereira non erano partiti, mi sono detto che siamo sfortunati per circostanze che non dipendono ne' dai giocatori ne' da noi", commentata così le disavventure di Guarin per il rientro in Italia in vista della super sfida contro la Juventus. "Lui ha perso un aereo come poteva capire a me, non mi risulta che ci sia stata una negligenza. In caso contrario, sara' la societa' a trarne le conseguenze", ha aggiunto Stramaccioni. "Sono stati penalizzati anche Cavani ed altri sudamericani - ha detto il tecnico nerazzurro in conferenza stampa -. Ho visto Gargano e Pereira solo stamattina, Guarin si sta allenando ora ma va bene, sono cose che succedono". Conte ha detto che allenerebbe anche l'Inter come fosse il suo primo tifoso: "Lui e' professionista da molto piu' di me, sa meglio come vanno le dinamiche in questo mondo. La Juve e' un grandissimo club ma mi risulta difficile immaginarmi sulla sua panchina, per via della mia giovane carriera. Dopo l'Inter, quando tra 4-5-6 anni andro' via, vorrei sedermi su un'altra panchina, non quella".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
stramaccionimourinhoconteinterjuve
in evidenza
Premio Mario Unnia, la cerimonia a Palazzo Mezzanotte

Scatti d'Affari

Premio Mario Unnia, la cerimonia a Palazzo Mezzanotte

i più visti
in vetrina
Madonna, foto 'audaci' a 63 anni: boom sui social per lady Veronica Ciccone

Madonna, foto 'audaci' a 63 anni: boom sui social per lady Veronica Ciccone


casa, immobiliare
motori
Alpine svela il nuovo crossover GT 100% elettrico

Alpine svela il nuovo crossover GT 100% elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.