A- A+
Sport
Tevez, in Argentina creano il caso: "Ha detto cagon ad Allegri e..."

Minuto 86 di Juventus-Real Madrid, Allegri richiama in panchina un monumentale Carlos Tevez e inserisce Pereyra: una sostituzione tattica e per guadagnare qualche secondo. Ma la faccia dell'Apache è tutta un programma: volto scuro e chiara voglia di restare in campo per combattere sino all'ultimo secondo della semifinale di Champions League. Il caso però sarebbe chiuso e ampiamente archiviato lì.

Non fosse che in Argentina soffia soffiano sul fuoco. "Gli ha detto cagon, puto", scrive il giornale Olè. Soggetto: Carlitos. Oggetto (dell'insulto): Massimiliano Allegri. Questa la ricostruzione del diario sudamericano. Di labiali non ve n'è traccia. Nessun mistero sul fatto che Buenos Aires e dintorni sperino che l'Apache chiuda con un anno di anticipo il suo matrimonio con la Signora, per tornare al Boca Juniors è poi cosa nota da tempo.

Non a caso sempre Olè riassume la vicenda con il titolo: "Que Boquita!". Traduzione: "Che boccaccia". Ma la parola, guarda un po', richiama sempre al Boca...

Tags:
tevezargentinaallegrijuventusreal madridchampions
in evidenza
Quando Crosetto condannava la Nato: "Atto ostile verso la Russia"

tweet invecchiati male

Quando Crosetto condannava la Nato: "Atto ostile verso la Russia"


in vetrina
Banca Generali, presentato l’undicesimo capitolo di BG4SDGs

Banca Generali, presentato l’undicesimo capitolo di BG4SDGs


motori
La storica sportività Opel GSe è ora ibrida plug-in

La storica sportività Opel GSe è ora ibrida plug-in

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.