A- A+
Sport
Motogp, schiaffo a Valentino Rossi

Il Tas ha respinto la richiesta di Valentino Rossi di sospendere la decisione degli steward del GP di Malesia di infliggergli 3 punti di penalità sulla sua patente, costringendolo a partire per ultimo nel decisivo Gran Premio di Valencia di domenica prossima.

"Il Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS) ha respinto la richiesta di Valentino Rossi di sospendere l'esecuzione della decisione emessa da Commissari Sportivi FIM, il 25 ottobre 2015. Pertanto, la decisione dei Commissari Sportivi FIM di imporre 3 punti di penalità su Valentino Rossi a seguito di un incidente con Marc Marquez durante il Gran Premio di Malesia, gara disputata il 25 ottobre 2015 rimane e Valentino Rossi inizierà il prossimo (e ultimo) evento della stagione, che si terrà a Valencia, Spagna dal 6-8 novembre 2015, dall'ultima posizione in griglia", così il Tas in una nota.

"Dopo la gara in Malesia, la Direzione Gara FIM ha scoperto che Valentino Rossi aveva deliberatamente girato largo In modo da portare Marc Marquez fuori linea, con conseguente contatto con Marquez causando un incidente che lo ha portato fuori gara. Per tale violazione del regolamento FIM, la Direzione Gara ha imposto 3 punti di penalità sulla patente di pilota. Una sanzione confermata più tardi dai commissari sportivi della FIM. Dal momento che Valentino Rossi ha già 1 punto di penalità da una precedente incidente quest'anno, questa decisione lo porta a un totale di 4 punti di penalità. Sulla base dei regolamenti FIM, un pilota con 4 punti di penalità deve iniziare la prossima gara dall'ultima posizione in griglia. La domanda di sospensiva è stata presentata al CAS il 29 Ottobre 2015 da Valentino Rossi insieme al suo appello per avere la decisione degli steward della FIM per quanto riguarda i 3 punti di penalità o annullata o almeno ridotta. L'arbitrato del CAS Arbitro, nominato di comune accordo tra le parti (Ulrich Haas / Germania), ha sentito i rappresentanti di Rossi e FIM ieri presso l'ufficio Tas a Losanna al fine di decidere sulla richiesta urgente per determinare se Valentino Rossi dovrebbe cominciare dall'ultima posizione in griglia a Valencia. L'arbitro del Tas ha rilevato che le condizioni per concedere la sospensiva non erano soddisfacenti, ciò significa che la sanzione imposta dalla FIM dovrà essere pagata il prossimo Gran Premio a Valencia. Il 2 novembre 2015, Jorge Lorenzo ha presentato una richiesta di intervento al fine di essere in grado di partecipare a questo arbitrato Tas ma tale richiesta è stata negata. Tuttavia, l'Arbitro, previa consultazione con le parti, ha consentito la presentazione di una dichiarazione scritta da un avvocato per conto di Jorge Lorenzo. La procedura di arbitrato è ancora in corso e una decisione definitiva nel merito sarà resa in un fase successiva".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
valentino rossi
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Nuova Dacia Jogger, la familiare sette posti

Nuova Dacia Jogger, la familiare sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.