A- A+
Viaggi

 

 

L’Antinoo’s Lounge & Restaurant, ristorante del Centurion Palace Hotel di Venezia, è stato premiato per il primo anno con “2 forchette” dalla celebre Guida ai Ristoranti d'Italia del Gambero Rosso, edizione 2014. Ma ha anche ricevuto le tre forchette rosse della Guida Michelin ed è stato recensito nella Guida d’Identità Golose.

“Duro lavoro, ma anche tanta passione: sono queste le carte vincenti per ottenere un risultato così importante, di cui sono immensamente onorato”, afferma lo Chef Massimo Livan, la cui cucina si basa sull’unione di prodotti e ingredienti sapientemente abbinati, sulla ricerca estetica nella presentazione dei piatti e sull’interpretazione in chiave moderna della tradizione culinaria della Serenissima.

“Venezia e la sua storia – prosegue – sono fonti di grandissima ispirazione. Spesso parto proprio dallo studio di ricette della cucina veneziana, per poi reinterpretarle con uno stile contemporaneo”.

Eclettismo, contrasto tra contemporaneo e moderno, stile raffinato e ricerca nei dettagli: sono queste le caratteristiche che rendono il Centurion Palace di Venezia, hotel cinque stelle lusso della catena Sina Fine Italian Hotels, un punto di riferimento per gli amanti del design e del lusso a Venezia.

L’Hotel, con accesso diretto al Canal Grande grazie al pontile privato, è situato nell’opera ottocentesca anticamente conosciuta come Palazzo Genovese, a Dorsoduro, nell’area di uno dei chiostri del monastero di San Gregorio (seconda metà del 1100), tra le zone più antiche di Venezia. Realizzato nel 1892 dall’Architetto Trigomi Mattei in stile gotico-veneziano, Palazzo Genovese, fu costruito in mattoni con l’aggiunta della pietra d’Istria, seguendo l’architettura della città e riproponendo così i colori della tradizione, il rosso e il bianco.

In particolare, la sua struttura ricorda il classico schema delle “case a torricelle”, tipiche delle famiglie dei mercanti: un corpo centrale affiancato da due blocchi laterali con una maestosa “porta da acqua”. Le numerose finestre che si affacciano sul Canal Grande creano un gioco di chiaroscuri, mentre la facciata posteriore è arricchita da numerosi rilievi scultorei.

Il Centurion Palace cela, come un merletto sapientemente lavorato, la personalità moderna ed eclettica degli interni, dal design deciso, dai colori forti e dalle atmosfere uniche. Al suo interno, infatti, la creatività e il talento dell’Architetto Guido Ciompi hanno reso possibile il connubio tra stile classico e contemporaneo. Gli ambienti particolari, il design esclusivo, i materiali ricercati e i colori suggestivi in cui dominano il cioccolato, l’arancio, il rosso e il bianco sono impreziositi da una raffinata impronta veneziana.

Acquisito da Sina Fine Italian Hotels per trasformarlo in albergo cinque stelle lusso, il Palazzo è stato oggetto di un meticoloso restauro a cura dell’architetto Luciano Parenti. "L’edificio – spiega il General Manager, Paolo Morra - testimonia un sottile legame tra la città dei Dogi e la capitale: durante i lavori di scavo è stata rinvenuta una moneta romana, ora custodita dalla Soprintendenza dei Beni Archeologici. La moneta raffigura il volto di Antinoo, personaggio divenuto famoso per la profonda amicizia che lo legava all’imperatore romano Adriano, cultore dell’arte classica. Proprio in onore di questo ritrovamento la proprietà decise di dedicare il ristorante e il bar al giovane bitinese".

Il Centurion Palace è situato in una posizione strategica, proprio nel triangolo della cultura di Venezia, tra il Museo di Punta della Dogana della Fondazione François Pinault, Palazzo Grassi e Palazzo Venier dei Leoni, quest’ultima sede della Peggy Guggenheim Collection. Inoltre, l’unicità della sua ubicazione è data anche dalla vicinanza ad altri importanti luoghi di Venezia: tra la magnifica Basilica di Santa Maria della Salute e le Gallerie dell’Accademia di Venezia.
 



 

Tags:
hoteldesignvenezia
in evidenza
Terence Hill lascia Don Matteo Applauso d'addio della troupe

VIDEO

Terence Hill lascia Don Matteo
Applauso d'addio della troupe

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.