A- A+
Viaggi
Mediatour France. Non solo Parigi, ma ventuno proposte per visitarla nel 2021

Storia, paesaggi, cultura, divertimenti, cucina. E tutto ciò che esalta il gusto del buon vivere in Francia. E’ un’offerta a 360 gradi quella proposta nel corso il webinar promosso da Atout France con la prima edizione di digitale del Mediatour France. Una destinazione che, ha affermato il direttore per l’Italia, Grecia e Svizzera, Frèderic Meyer, nel corso della presentazione,  anche quest’anno ha in serbo tante novità da vivere appena sarà possibile riprendere a viaggiare. Con la sua prossimità geografica e culturale il Paese transalpino offre infatti tante idee per continuare a viaggiare con la mente e preparare un viaggio futuro che tutti si augurano prossimo. “L’offerta turistica che vi presentiamo nel Mediatour Atout France 2021 ha come filo conduttore il turismo slow, un modo per vivere la Francia ognuno al proprio ritmo, ritrovare il piacere di vacanze autentiche, di scoperte e riscoperte nel segno del rispetto della natura, del verde, della sostenibilità, e naturalmente dell’arte di vivere, prendendosi il tempo per le cose che contano davvero”, ha sottolineato. “Ci sono ben ventuno buone ragioni per sceglierla, tante proposte di scoperte e riscoperte da fare subito per un viaggio futuro. Le regioni e le città ve ne propongono molte altre: dall’Alsazia alla Borgogna, dall’Alvernia-Rodano Alpi, con il parco dei vulcani, alla Normandia, quest’anno scenario di grandi anniversari, con Le-Havre-Etretat, la Bretagna con Rennes, Nantes con le novità del Viaggio a Nantes, la Valle della Loira dei castelli dei re. Più a sud le atmosfere di natura, cultura e arte di vivere del Midi: l’Occitania, Tolosa e l’Alta Garonna, il Gard, il Paca/Provenza-Alpi-Costa Azzurra, città dalla lunga storia come Marsiglia e Nimes, il Vaucluse, il Luberon, il Var, Hyères e Tolone, la Costa Azzurra e Nizza con i 49 comuni della “métropole”, Antibes, Biot, Cannes, la Corsica... Per risalire poi verso la montagna e il benessere a Les 2 Alpes, Serre Chevalier e Megéve, e senza dimenticare le ricchezze del patrimonio che fanno parte del Centro dei monumenti nazionali. Il nostro obiettivo, di tutta l’equipe di Atout France, è continuare a far conoscere ed apprezzare la Francia anche adesso, con proposte slow che sarà così piacevole sperimentare appena la situazione tornerà alla normalità”.

Parigi si mette in mostra. È sempre un piacere girare nella capitale e (ri)scoprire nuovi luoghi. Il Museo Carnavalet che riapre dopo i lavori , il grandioso Hôtel de la Marine di place de la Concorde (aprile 2021), e la Samaritaine, il famoso ex grande magazzino parigino, con l’Hôtel Cheval Blanc, firmato Lvmh.

Le nuove torri alla Défense. La Parigi del futuro è concentrata alla Défense, dove entro l’anno verranno inaugurate le Sisters Tours, due torri di 225 e 130 metri di altezza progettate dell’architetto Christian de Portzamparc.

Bordeaux e i suoi vini. Torna a Bordeaux la Biennale, Bordeaux fête le vin (17-20 giugno) quest’anno sul tema vino (in alternanza con il tema fiume). Le due anime della città: i grandi vini e la Garonna, un’occasione per riscoprire il fascino della città storica e di Place de la Bourse, patrimonio Unesco.

 A casa di Maurice Leblanc. A 80 anni dalla morte del creatore di Arsenio Lupin, avvenuta nel 1941, un’idea andare a visitare la sua casa-museo a Etretat, guidati da Leblanc e da Lupin... e poi continuare a vivere l’avventura con la nuova serie Netfix dedicata al ladro gentiluomo, protagonista Omar Sy.  

Borgogna, alla scoperta dell’Anis de Flavigny. Visitare l’antica abbazia di Flavigny-sur-Ozerain, location del famoso film Chocolat: la cripta carolingia e gli edifici successivi dove si producono i celebri bon-bon all’anice.

L’Arco di Trionfo. Il sogno di Christo, l’artista scomparso nel 2020, si realizza postumo: imperdibile l’Arco di Trionfo di Parigi, “impacchettato” dal 18 settembre al 3 ottobre 2021.

Le isole Lérins. Sono candidate ad entrate nel patriminio Unesco. Scoprire al Fort Royal dell’isola di Sainte Marguerite la cella del misterioso prigioniero chiamato “La Maschera di Ferro”, immergersi nella pace antica del Monastero di Saint Honorat (e tra i vigneti dei monaci…). Magari andando a Cannes durante i giorni del Festival del Cinema (11-22 maggio 2021).  

Una foto ad Arles. I Rencontres de la Photographie di Arles trasformeranno la città dal 5 luglio al 26 settembre 2021. Una buona occasione per scattarsi un selfie davanti allo spettacolare edificio progettato da Franck Gerhy alla Fondazione Luma che inaugura a primavera.

Un viaggio a Nantes. Dalla primavera a tutta l’estate, vivere l’ esperienza unica del Voyage a Nantes, la città totalmente trasformata dagli artisti, le installazioni lungo la Loira, le insegne dei negozi..magico!

Le Corbusier e il design a saint-Etienne. Una città speciale, votata al design e alla contemporaneità. Nel 2021 ospita da aprile ad agosto la Biennale del Design, occasione per andare a scoprire appena fuori dal centro, a Firminy, la “città ideale” di Le Corbusier.

Carcassonne e i segreti dei Templari. A Carcassonne, splendida cittadella “reinventata” da Viollet-le-Duc, i misteri sono ovunque: qui si tenne il processo ai Templari inquisiti per eresia dal re di Francia Filippo Il Bello e papa Clemente V. Un’atmosfera intrigante.

Colmar, il bello dei conventi. Nella città-gioiello d’Alsazia, il Museo Unterlinden nel convento medievale è una raccolta di tesori, a cominciare dal Polittico d’Issenheim. E nel 2021 aprirà un Centro europeo del libro in un altro antico convento, quello dei Domenicani.

Atmosfere di romanità a Nimes. L’eredità romana di Arles è spettacolare: l’arena, la Tour Magne, la Maison Carrè, e il nuovo Museo della Romanità, edificio progettato da Elizabeth de Portzamparc. Dove da maggio a settembre c’è da vedere anche la grande mostra dedicata al culto dell’Imperatore.

La Costa Azzurra. I giardini della Costa Azzurra sono sempre uno spettacolo. E più che mai durante il Festival dei Giardini: a Antibes Juan-lesPins, a Cannes, Grasse, Mentone, Nizza e nel Principato di Monaco da scoprire i “Giardini d’artista”, tema dell’edizione 2021, dal 27 marzo al 28 aprile.

Non solo mare in Corsica. Le coste spettacolari sono la grande attrattiva dell’isola di Napoleone. Ma l’interno, fra montagne e villaggi antichi non è da meno. Una traversata a piedi lungo il percorso della GR20 (o in bicicletta, nella variante bike) o più comodamente sul trenino della Corsica, è una vera scoperta.

Nei castelli della Loira. Com’erano al tempo dei re? Lo si può scoprire con l’histopad, un tablet che offre una nuova esperienza di visita virtuale. Per rivedere i castelli di Chambord, Blois, Loches, Amboise e Chinon come a tempi di Leonardo, Francesco I, Caterina de’Medici.

50 anni dalla morte di mademoiselle Chanel. Il 10 gennaio 1971 moriva Coco Chanel. Una grande mostra la ricorda a Parigi al Museo della Moda a Palais Galliera, fino al 14 marzo, e il prossimo 4 maggio nello scenario unico delle Carrières de Lumières, a Les Baux-de-Provence, sfilata esclusiva della collezione Chanel croisière.

Far west di Francia. Bella e selvaggia, la Pointe du Raz, scolpita dal mare, battuta dai venti, è la punta più occidentale di tutta la Francia: mare di smeraldo, una meravigliosa vista sull’Île de Sein e sul faro di Ar Men, uccelli marini e natura intatta (la zona è riserva della biosfera): quintessenza della Bretagna.

Marsiglia e il Mucem. Per cogliere l’anima mediterranea di Marsiglia, fra storia e innovazione, il Mucem, Museo delle civiltà dell’Europa e del Mediterraneo di Rudy Ricciotti è il posto giusto. Prima con una visita virtuale a casa, grazie alla collaborazione con Google Arts & Culture, e poi andando a vedere le due mostre dell’anno: Civilisation fino al 28 giugno e Jeff Koons (5 /5- 18/10).

Un’ottima annata. Il 2020 non è certo stata un’ottima annata: ma rivedere nel 2021, 15 anni dopo l’uscita, il bel film di Ridley Scott con Russell Crowe e Marion Cotillard, è un invito ad andare a (ri)scoprire il Luberon e villaggi da favola come Gordes, Lourmarin, Ménerbes.. Un’ottima idea!

Tour de France. Chiudiamo con le tante scoperte di un viaggio in Francia seguendo il mitico Tour. Partenza da Brest il 26 giugno e arrivo a Parigi tre settimane più tardi, tappe in Bretagna, attraversamento del Massiccio Centrale, le Alpi, il mitico Mont Ventoux e gran finale sui Pirenei.  

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    atoutparigitourvini
    in evidenza
    Ciclone al Sud, sole al Nord Il meteo divide l'Italia in due

    Come sarà il weekend

    Ciclone al Sud, sole al Nord
    Il meteo divide l'Italia in due

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


    casa, immobiliare
    motori
    Auto Europa 2022, Qashqai è la vettura più votata dalla Giuria Popolare.

    Auto Europa 2022, Qashqai è la vettura più votata dalla Giuria Popolare.


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.