A- A+
Viaggi
Ryanair inaugura trenta nuove rotte

Di Eduardo Cagnazzi

Quasi trenta nuove rotte, un investimento di 200 milioni di dollari su Capodichino che diventa base in Italia, tre nuovi aeromobili e nuovi addetti con contratto di lavoro della durata di tre anni. Ryanair punta al giro di boa dei 28 milioni di passeggeri in Italia dove è presente in 27 aeroporti. L’annuncio a Napoli di Michael O’Leary, amministratore delegato della compagnia irlandese. L’anno scorso la compagnia low cost ha trasportato 119 milioni di passeggeri su oltre 1.800 voli giornalieri, collegando oltre 200 destinazioni in 33 paesi. “Napoli è la sedicesima base che Ryanair apre in Italia. A Capodichino saranno posizionati tre nuovi aeromobili che serviranno 24 rotte complessive per 69 voli settimanali. Rotte che potrebbero aumentare ulteriormente nel corso dei prossimi anni visto l’andamento in crescita del turismo”, ha affermato O’Leary che ha annunciato anche un incremento dei posti di lavoro. I nuovi servizi supporteranno 1300 posti di lavoro “in loco” in base ad una ricerca condotta da Airport Council International, secondo cui ogni milione di passeggeri creerebbe fino a 750 nuovi occupati negli aeroporti internazionali. Nuovi collegamenti sono previsti anche da Milano Malpensa, Milano Orio, Roma Ciampino, Pisa e Bologna. Sette i nuovi servizi da Malpensa che punterà a movimentare 1,7 milioni di passeggeri pari ad un incremento del 56%. I nuovi collegamenti interesseranno Alicante, Eindhoven, Katowice, Lamezia, Liverpool, Palermo e Valencia. Tre i nuovi voli per Eilat Ovda, Plovdic e Tel Aviv da Orio dove è prevista una movimentazione complessiva di 1,3 milioni di passeggeri. Due invece da Roma Ciampino per Comiso e Trieste, cui se ne aggiungeranno altri tre extra. Complessivamente, raggiungeranno quota 8,3 milioni i passeggeri movimentati tra i due aeroporti romani. A Pisa, Ryanair punta invece ad una crescita di 3,2 milioni di clienti grazie ai nuovi servizi per Francoforte e ai tre extra per Berlino, Brindisi e Budapest. Aumenti di passeggeri anche per lo scalo di Bologna con le nuove rotte per Bratislava, Colonia, Napoli e Praga. Infine Napoli. E’ previsto su Capodichino il maggiore investimento della compagnia irlandese con 15 nuove rotte internazionali e due nazionali per Treviso e Milano Orio e il posizionamento di tre nuovi aerei. Lo scalo napoletano è in continua crescita. Ha registrato nel 2016 un incremento del traffico internazionale del 16% e nazionale del 6%, un risultato reso possibile grazie ad un continuo processo di riqualificazione che ha interessato tutto l’aeroporto “nell’ottica della qualità dei servizi offerti che hanno fatto diventare Capodichino uno dei più efficienti nella sua categoria a livello europeo per stile architettonico, funzionalità e innovazione”, ha dichiarato l’amministratore della Gesac, Armando Brunini.

Tags:
ryanair nuove rotteryanair rotte
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.