A- A+
Economia
Lo sfruttamento dei liberi professionisti

 

Chi studiava fino a qualche decennio fa era introdotto nella professione da qualche Collega più anziano che si faceva carico di far atterrare sul pianeta "lavoro" chi levitava nell'aere post-universitario. Un limbo composto ancor'oggi di tante aspettative piuttosto distanti dalla realtà della professione (e della partita iva).
Era formazione gratuita; anzi spesso si aiutavano concretamente i più giovani per solidarietà di categoria o intra-generazionale. Molti di noi ricordano con gratitudine questi veri e propri "maestri" che ci fecero muovere i primi passi nel mondo del lavoro.
Qualche anno fa si chiese alle  Università più training, a scapito della teoria. Così esse dovettero investire in strutture anche molto onerose, per far fare della presunta pratica a chi non aveva spesso gli strumenti multidisciplinari per capirla ed attuarla.
Per molti, visti i risultati, si tratta di tempo perso, laddove l'esercizio non segua la conclusione del ciclo di studi. Il vero apprendistato deve dunque spostarsi, più di prima, al di fuori dell'ambito universitario.
Nel frattempo le normative sulla sicurezza sul lavoro rendevanoi  molto  difficile per un professionista accettare un tirocinante: molti vi rinunciavano per i rischi burocratici. La buona volontà cozzava paradossalmente proprio contro le normative sulla sicurezza e sull'inquadramento dei subordinati o collaboratori.
A questo punto molti neo-laureati accettano, loro malgrado,  "consulenze"  che mascherano turni di lavoro spesso massacranti, retribuiti pochi euro/ora. In certi casi rimangono in questa condizione "a vita", dando luogo al fenomeno delle false partite iva.
Oggi i neo-laureati sono costretti a pagare di tasca propria (o dei genitori) per fare dei "corsi di pratica", accettati in strutture che pubblicizzano alla luce del sole, queste "offerte" formative.
Spesso provenienti da soggetti che non rispondono alle normali regole fiscali delle partite iva (onlus, fondazioni, associazioni, cooperative...),  con l'aggravante della concorrenza sleale.
Siamo andato indietro, creando ulteriore povertà e minori entrate fiscali per lo Stato.
Le regole sono andate nella direzione sbagliata e come spesso accade non siamo capaci di rivederle per un mercato del lavoro più equo.

Dr. Angelo Troi - Segretario SIVeLP

Tags:
liberi professionisti
in vetrina
Temptation Island 2019 KATIA LACRIME PER... Temptation Island 2019 news

Temptation Island 2019 KATIA LACRIME PER... Temptation Island 2019 news

i più visti
in evidenza
LAETITIA CASTA, COVER NUDA Dalla Isoardi a Belen... Le foto

GOSSIP E LE FOTO DELLE VIP

LAETITIA CASTA, COVER NUDA
Dalla Isoardi a Belen... Le foto


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nuova Subaru Levorg: sicuramente sicura

Nuova Subaru Levorg: sicuramente sicura


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.