A- A+
Affari Europei
Germania, governo Merkel sotto attacco: "Indebolito il pacchetto clima"

Germania: governo sotto attacco, "ha indebolito il pacchetto clima"

Il governo tedesco è al centro di veementi critiche dopo che lo Spiegel ha rivelato il contenuto della versione finale del progetto di legge per la difesa del clima che dovrebbe essere varato già oggi insieme alla versione estesa del cosiddetto "pacchetto clima". A quanto scrive il settimanale di Amburgo, nel nuovo documento non viene piu' indicato un obiettivo nazionale entro il 2040 per la riduzione di Co2, così come viene resa molto piu' vaga la promessa di raggiungere lo stato di "emissione zero" in Germania entro il 2050, mentre sarebbe rimasta l'indicazione di ridurre entro il 2030 le emissioni di Co2 del 55% rispetto al 1990. Altro punto dolente, a quanto afferma lo Spiegel, sono i relativi meccanismi di controllo, a cominciare dal cosiddetto Consiglio climatico con un gruppo di "saggi" nominati dal governo, che non sarebbe più tenuto a realizzare una rapporto annuale in cui viene valutata l'efficacia delle misure messe in atto, né sarà chiamato a fare proposte per aggiustare le decisioni dei vari ministeri in materia.

La grande coalizione sotto accusa per il pacchetto clima

La questione e' che proprio i meccanismi di controllo erano stato l'argomento utilizzato dalla Grosse Koalition per affermare l'efficacia del "pacchetto clima" varato lo scorso 20 settembre. Sempre lo Spiegel scrive che gli "aggiustamenti" sarebbero intervenuto soprattutto a causa delle richieste del gruppo parlamentare dell'Unione Cdu/Csu di Angela Merkel. Le associazioni ambientaliste hanno reagito in modo molto dure: "Quello di cui avremmo avuto bisogno era un chiaro 'business plan' per la difesa del clima. Quel che invece abbiamo avuto un piano piccolo piccolo in cui rimangono solo incertezze e impossibilita' di progettazione", ha detto Kai Niebert, capo dell'Associazione tedesca per la difesa della Natura. Secondo Britta Hasselmann dei Verdi, quella del governo tedesco è "una dichiarazione di bancarotta. Già nella versione precedente, il pacchetto clima non riusciva a rientrare negli obiettivi dell'accordo di Parigi. Ora la Germania va ancora più indietro". In termini simili si esprime Dietmar Bartsch, il capo della Linke, il partito della sinistra: "Ogni settimana una nuova opinione sul clima. Porprio non ce la fanno". Critiche anche dalla Spd. Uno dei candidati a leader dei socialdemocratici, Karl Lauterbach, ha scritto su Twitter che "il pacchetto clima sarà solo una tigre sdentata, se verra' ulteriormente indebolita. La Spd non dovrebbe stare dalla parte sbagliata della storia". Anche l'ex capitana della Sea Watch, Carola Rackete, ha duramente criticato la politica ambeintale del governo tedesco durante una manifestazione del movimento Extinction Rebellion in corso a Berlino: "E' giunta l'ora che il governo dica la verità e dichiari lo stato d'emergenza climatico". 

Commenti
    Tags:
    germaniaangela merkelclimagreenambienteleggi clima
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Soldi, riforme e opere Conte promette di tutto

    Coronavirus vissuto con ironia

    Soldi, riforme e opere
    Conte promette di tutto

    i più visti
    in vetrina
    Nina Moric mostra il lato B: foto in intimo bellissima

    Nina Moric mostra il lato B: foto in intimo bellissima


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Skoda non solo auto, in gamma 17 biciclette da quelle per bambini alle e-bike

    Skoda non solo auto, in gamma 17 biciclette da quelle per bambini alle e-bike


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.