A- A+
Affari Europei
Svizzera, dal libero scambio a Schengen. Tutti gli accordi con l'Ue

Il risultato del referendum in Svizzera a favore della fine della immigrazione di massa potrebbe rimettere n discussione numerosi accordi tra la Svizzera e l'Unione europea. Bruxelles ha infatti gia' annunciato che verranno riesaminati gli accordi bilaterali con la Confederazione. Si tratta di due quadri legislativi il primo riguardanti sette accordi nel 2002, il secondo altri nove accordi firmati nel 2004. Ecco di seguito alcune delle principali intese tra le due aree:

- ACCORDO DI LIBERO SCAMBIO: risale al 1972 e prevede la creazione di un'area di libero scambio per i prodotti industriali.

- ACCORDO ASSICURAZIONI: tra i primi accordi firmati tra ue e Svizzera, nel 1989, anche quello su mercato delle assicurazioni nel settore non-vita che prevede che le societa' svizzere e dell'Unione possano aprire o acquisire liberamente delle agenzie nelle due aree.

- SICUREZZA DOGANE: accordo firmato nel 1990 che permette di semplificare lo sdoganamento delle merci e di coordinare la cooperazione tra i servizi di dogana.

PRIMO ACCORDO QUADRO SULLA LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE PERSONE: e' stato firmato nel 1999 ed e' entrato in vigore nel 2002 rientrando quindi nella prima serie di accordi quadro. Prevede che cittadini europei e svizzeri condividano gli stessi diritti di entrata e di soggiorno, di accesso a un'attivita' economica, anche in qualita' di lavoratori indipendenti. Medesime le condizioni di lavoro e di trattamento in materia di sicurezza sociale e riconoscimento delle qualificazioni professionali. Complessivamente nell'intesa ci sono sette sotto accordi tra questi anche quello sul trasporto aereo che prevede una reciprocita' delle compagnie svizzere e quelle europee.

- EUROPOL E EUROJUST: la Svizzera nel 2002 ha aderito ai due accordi Ue per la collaborazione della polizia e della giustizia per rafforzare la lotta contro la criminalita'. A Europol ha aderito nel 2004 e nel 2008 a Eurojust.

- SECONDO ACCORDO QUADRO, SCHENGEN-DUBLINO: nel 2004 tra Ue e Svizzera sono stati firmati altri nove accordi bilaterali tra cui quelli di associazione a Schengen e Dublino. Il primo facilita i viaggi tra la Svizzera e i paesi dell'Ue , i controlli alle frontiere comuni. Tra gli altri accordi anche quelli per rendere piu' efficace la lotta alla criminalita' grazie a una migliore collaborazione nei settori della polizia e della giustizia. L'accordi di Dublino garantisce invece che una domanda di asilo venga esaminata da un solo stato nello spazio Dublino per evitare che chi chiede asilo venga rinviato da un paese all'altro.

- ACCORDO PENSIONI: all'interno degli accordi bilaterali quadro firmati nel 2004 c'e' anche quello sui regimi pensionistici per evitare la doppia imposizione per i pensionati Ue domiciliati in Svizzera.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
europalibero scambioschengen
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT

Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.