A- A+
Affari Europei
Xylella, la rivolta dopo l'embargo: "Boicottiamo i prodotti francesi"

Non si sono fatte attendere le dure reazioni italiane alla decisione della Francia di mettere sotto embargo l'importazione di ben 102 specie vegetali per paura di un contagio da parte del batterio Xylella"E' necessario un risoluto quanto convinto impegno di tutto il Parlamento italiano affinche' sia resa possibile la dichiarazione di stato di calamita' naturale nel Salento dove sono a rischio 11 milioni di piante di ulivo", afferma la Coldiretti che se la prende anche con l'immobilismo dell'Unione Europea che, "nonostante le sollecitazioni", non è intervenuta per fermare le importazioni dai paesi extracomunitari da cui proviene la malattia e non interviene sulla decisione della Francia adottata senza tenere conto dell'approfondimento politico e scientifico in corso a livello comunitario.

"Si tratta di una decisione presa unilateralmente da uno Stato Membro al limite delle regole comunitarie", ha affermato invece Dino Scanavino della Confederazione Italiana Agricoltori (Cia), "che rischia di innescare un pericoloso effetto domino che andrebbe ad aggravare una situazione gia' di per se' difficile. Ecco perché, ora più che mai, bisogna tenere alta l'attenzione per evitare possibili reazioni a catena e ingiustificati allarmismi nei confronti delle spedizioni pugliesi di altri prodotti oltre alle piante gia' inserite nel provvedimento del ministro Le Foll". 

Un provvedimento che, secondo la Coldiretti, "rischia di scatenare un effetto a catena su altri Paesi ma anche una guerra commerciale senza precedenti con un Paese come la Francia che è un partner storico dell'Italia, con la quale ha partecipato alla nascita dell'Unione Europea". Il conto dei danni, secondo Coldiretti, è molto alto: "Le pesanti ripercussioni a carico del comparto delle piante ornamentali che in Puglia ha raggiunto i 185 milioni di euro di valore, si aggiungono a quelle sul settore olivicolo con la Puglia che e' la prima regione a livello nazionale, con circa 172 mila tonnellate di olio di oliva prodotte annualmente che generano un fatturato che si aggira mediamente attorno ai 600 milioni di euro e rappresenta uno dei principali comparti produttivi dell'agricoltura regionale".

Sulla vicenda è intervenuta anche Giorgia Meloni. A Bari per una iniziativa per l'abolizione dell'Imu agricola la leader di Fratelli d'Italia ha fatto riferimento all'emergenza xylella in Puglia e alla decisione della Francia di bloccare l'import dalla Puglia commentando che "se la Francia boicotta in modo cieco i nostri prodotti bisogna rispondere con la stessa moneta, boicottando i prodotti francesi".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
xylellaembargofranciacoldiretti
in evidenza
Diversity&Inclusion, l'impegno di FS Italiane per le pari opportunità

Corporate - Il giornale delle imprese

Diversity&Inclusion, l'impegno di FS Italiane per le pari opportunità

i più visti
in vetrina
Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


casa, immobiliare
motori
Volkswagen ID.5 e ID.5 GTX, il SUV coupé 100% elettrico arriva in Italia

Volkswagen ID.5 e ID.5 GTX, il SUV coupé 100% elettrico arriva in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.