I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Cronache dal mercato dell'arte
La performance di Marini in Duomo da temporanea diventa stabile

Avrebbe dovuto essere in mostra dal 22 maggio al 5 giugno. Invece, “Dimmi il tuo nome”, la performance ideata da Lorenzo Marini e collocata all’interno della metropolitana di Milano, fermata Duomo, durerà, a furor di popolo, sino alla fine del 2020. Il Maestro di Monselice, nel profondo Padovano, ma milanese d’adozione, ha utilizzato uno dei suoi 250 mega-poster cartacei affissi sulla metropolitana e composti da sequenze di lettere, per scrivere nomi propri.

Le varie iniziali raffigurate nell’opera di Marini corrispondono, appunto, a dei nomi che l’artista con pastelli a olio e cera ha scritto sul poster. Un’autentica performance libera: i nomi scritti non erano programmati ma frutto del caso. A volte derivavano direttamente dall’ispirazione dell’artista, a volte corrispondevano ai nomi dei passanti che si soffermavano a guardare il lavoro. L’esibizione era stata il secondo passo di un’iniziativa avviata da Marini il 18 maggio con la decorazione di tram e pensiline a Milano, Firenze, Roma e Torino.

Visto il successo, il Manifesto oggetto della prestazione artistica, di metri 2 x 4, durerà, appunto, sino alla fine dell’anno. A differenza degli altri manifesti ormai coperti, questo è stato trattato con resina e vernice, in modo da essere preservato, da IGPDecaux, azienda leader nella comunicazione esterna, che ha collaborato all’iniziativa. Si potrebbe concludere che l’aspetto artistico abbia superato quello della comunicazione pubblicitaria. Come avviene spesso, la performance è stata immortalata da diversi scatti fotografici e riprese televisive che daranno vita a esemplari di arte moltiplicata e di video-art.

Tags:
lorenzo mariniarteperformance
in evidenza
Natale gender free : al bando gli spot dei regali "sessisti"

La legge che crea polemica

Natale gender free: al bando gli spot dei regali "sessisti"


in vetrina
Bike Economy, i ricavi della filiera crescono del 46% in cinque anni

Bike Economy, i ricavi della filiera crescono del 46% in cinque anni


motori
Mercedes-Benz Italia e il Campus Bio-Medico lanciano la Mobility Alliance

Mercedes-Benz Italia e il Campus Bio-Medico lanciano la Mobility Alliance

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.