I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Lo sguardo libero
Da Roma a Bruxelles, la colpa di ignorare la protesta dei giovani di Hong Kong

E’ quasi un obbligo morale ricordare e tornare ad appoggiare i giovani di Hong Kong, che sono al sesto mese di protesta. Era lo scorso giugno quando iniziarono a ribellarsi al disegno di legge sull’estradizione, presentato ad aprile nella ex colonia britannica passata alla Cina. Ora la lotta si è trasformata in una richiesta di democrazia e di inchiesta sull’operato della polizia.

Mentre gli studenti sono barricati al Politecnico e oggetto di centinaia di arresti, il quotidiano tabloid della capitale Global Times chiede che si sparino proiettili veri al posto di quelli di gomma. Tuttavia la Cina di Xi Jinping non può permettersi un’altra Tienanmen. La Realpolitik, la politica ricattatoria di Pechino che impone ritorsioni economiche ai Paesi che ospitano il Dalai Lama, la “Nuova via della Seta” (cui ha aderito l’Italia, unico Paese, nel senso negativo, tra le prime potenze economiche), il minuetto dazi/accordi pragmatici e reciproci vantaggi tra gli Usa di Donald Trump  e lo Stato comunista, la questione Huawei/tecnologia 5G, determinano l’attenzione dei media, ma non la protesta delle nazioni e delle istituzioni democratiche, da Roma a Berlino, da Parigi a Madrid all’Unione europea.

Non si dimentichi che la Cina è un regime in cui Xi Jinping è al contempo capo dello Stato, dell’esercito e del partito unico, come lo sono stati tutti i leader che lo hanno preceduto, da Mao in poi, ma Xi, se vorrà, potrà continuare a personificare tale immane potere a tempo indeterminato. Ciò a seguito della riforma costituzionale del marzo 2018, che ha eliminato il limite dei due mandati quinquennali. Condizione comunque, complessivamente e incommensurabilmente, inferiore al coraggio incantevole dei giovani di Hong Kong.

Commenti
    Tags:
    xi jinpingdonald trumpdalai lama
    in evidenza
    Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

    Foto mozzafiato della soubrette

    Wanda Nara, perizoma e bikini
    Lady Icardi è la regina dell'estate

    i più visti
    in vetrina
    Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

    Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena


    casa, immobiliare
    motori
    BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3

    BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.