I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Lo sguardo libero
Il Governo Conte bis si comporti bene con finanza internazionale e Ue

Non è scontato avere dalla propria parte in modo così esplicito la finanza internazionale e l’Unione europea. Per chi è convinto – che piaccia o no – che nel 2019 uno Stato esista in un sistema globale di istituzioni e relazioni politiche e finanziarie – certo con difetti e migliorabili, ma che sono una realtà – il Governo presieduto da Giuseppe Conte nasce bene.

Lo spread si mantiene a bassi livelli, i rendimenti dei titoli di Stato sono sotto la soglia psicologica e gli interessi sul debito scendono. Paolo Gentiloni diventa commissario agli Affari economici dell’Esecutivo di Bruxelles, presieduto da Ursula von der Leyen. L’ex inquilino di Palazzo Chigi prende il posto di Pierre Moscovici, il cerbero francese che fece di tutto per contrastare il Conte 1, espressione della precedente maggioranza 5 Stelle-Lega.

L’Italia non ha però ricevuto un assegno in bianco. È  stato osservato che il lavoro di Gentiloni sarà supervisionato dall’ex premier lettone Valdis  Dombrovskis, altro oppositore della politica economica del Conte 1 e vicepresidente della Commissione, confermato nel ruolo ma con funzione “esecutiva” e non più  solo “consultiva”, per giunta responsabile dei  Servizi finanziari. Per parte loro, i mercati e la finanza internazionali ci mettono un attimo a far partire la speculazione: come avvenne nei giorni della trattativa 5 Stelle-Pd quando l’ “O tutti i nostri 20 punti o si va al voto” di Luigi Di Maio annunciato in tv, fece all’unisono schizzare in alto lo spread.

Simile sostegno deve essere meritato. Ogni spostamento dalle regole della prassi e della negoziazione politico-finanziario-gestionali sarà nel mirino. Così va il mondo e chi non si comporta bene, viene giustamente ripagato per quello che (non) merita.

 

Commenti
    Tags:
    giuseppe contepaolo gentiloniluigi di maio
    in evidenza
    Excel, scoppia la polemica social "E' più importante della storia"

    Il dibattito sulla scuola

    Excel, scoppia la polemica social
    "E' più importante della storia"

    i più visti
    in vetrina
    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


    casa, immobiliare
    motori
    Inaugurate Casa 500 e La Pista 500, il manifesto “green” di FIAT

    Inaugurate Casa 500 e La Pista 500, il manifesto “green” di FIAT


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.