I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Lo sguardo libero
Sì allo stop del raduno degli alpini
Centinaia le molestie subite dalle donne al raduno nazionale delle penne nere a Rimini

Le leggi contro questo tipo di reati sono molto severe

Insufficienti rispetto alla gravità di quanto accaduto, le parole (“Chiedo scusa a quelle ragazze. Gesti inaccettabili, faremo di più per cambiare”) di Sebastiano Favero, presidente dell’Associazione nazionale alpini, dopo le molestie e violenze subite dalle donne a Rimini durante l’adunata delle penne nere. Cose da uomini primitivi. Tuttavia, ci sono leggi molto severe nella fattispecie e i responsabili si spera pagheranno per le loro azioni.  

Pare tra l’altro che episodi simili si siano verificati durante precedenti raduni e circola in rete la locandina dell’adunata di Trento 2018 con l’evento “Miss Alpina Bagnata” (titolo da ignoranti, di chi non sa che alludere è ancor più grave che offendere esplicitamente… altro che castrazione chimica… i protagonisti dei fatti di Rimini, si accolga quale assurda provocazione, dovrebbero leggere il Marchese de Sade e praticare la sodomia come rappresentata in alcune sue celebri pagine).

Ha anticipato molti – tra cui il sottoscritto – l’associazione “Non una di meno” lanciando sulla piattaforma change.org la petizione che chiede lo stop all’adunata degli alpini per due anni – il sottoscritto propone un anno: ciò che è prezioso è raro, non si capisce perché due.

Non servono a nulla e il mondo non se ne fa nulla di migliaia di uomini che si radunano a bere molestando le donne. L’ultimo riferimento è sempre la cabala ebraica secondo cui gli uomini si giudicano esclusivamente per le loro azioni spirituali. Sì agli alpini che difendono la democrazia e portano soccorso nei momenti di difficoltà, no ai raduni maschilisti e sessisti.

Iscriviti alla newsletter





in evidenza
La scollatura a V di Elodie incanta il Festival di Cannes 2024

Guarda le foto

La scollatura a V di Elodie incanta il Festival di Cannes 2024


in vetrina
La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Biden: "Trump è un dittatore, vuole vendetta". VIDEO

La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Biden: "Trump è un dittatore, vuole vendetta". VIDEO


motori
Alpine, cresce la gamma A110, con le nuove A110, A110 GT e A110 S

Alpine, cresce la gamma A110, con le nuove A110, A110 GT e A110 S

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.