A- A+
Coronavirus
Usa, stop a vaccino Johnson&Johnson: rinviata la distribuzione anche in Europa

Gli Usa sospendono il vaccino J&J per timore di trombi

Gli Stati Uniti hanno deciso di sospendere l'uso del vaccino Johnson&Johnson per timore di trombi dopo 6 casi. Lo ha riferito il New York Times. La Food and Drug Administration (Fda) e i Centers for Disease Control (Cdc) hanno deciso di sospendere l'uso del siero anti-Covid di J&J nei centri vaccinali federali e hanno esortato gli Stati a fare altrettanto mentre ne viene valutata la sicurezza. Sono stati registrati sei casi in cui i pazienti hanno sviluppato rari disturbi con trombi nel giro di due settimane dall'inoculazione: si tratta in tutti i casi di donne tra i 18 e i 48 anni. Una di loro è morta e una seconda è ricoverata in condizioni critiche. Quasi 7 milioni di persone hanno ricevuto il vaccino J&J negli Usa e quasi 9 milioni di dosi sono state trasferite agli Stati.

Intanto in Italia è stata convocata dal ministro Speranza una riunione al ministero della Salute a cui dovrebbe partecipare anche l'Agenzia italiana del farmaco (Aifa).

Vaccino, J&J rinvia la distribuzione delle dosi in Europa

Johnson & Johnson "rinvia la distribuzione" del suo vaccino anti Covid  in Europa in seguito alla decisione di una "pausa" presa dalle autorità sanitarie Usa per sei casi di trombosi segnalati.

Johnson & Johnson precisa che sta anche "esaminando" con le autorità europee i sei casi di trombosi segnalati in seguito alla somministrazione del suo vaccino. "Stiamo collaborando a stretto contatto con gli esperti e le autorità sanitarie e sosteniamo fortemente una comunicazione trasparente ai professionisti della Sanità e ai cittadini", si legge in una nota. "La sicurezza e il benessere delle persone che utilizzano i nostro prodotti sono la nostra priorità numero uno", aggiunge il gruppo farmaceutico spiegando che l'azienda è "consapevole che sono state segnalate delle patologie estremamente rare in un piccolo gruppo di persone che hanno bassi livelli di piastrine in seguito all'utilizzo del nostro vaccino anti Covid-19".

J&J, dosi stoccate a Pratica di Mare fino accertamenti 

Le 184mila dosi del vaccino Johnson & Johnson si trovano nell'hub della Difesa a Pratica di Mare, dove rimarranno "stoccate" in attesa delle verifiche sui rari eventi avversi segnalati. "Nei nostri container le dosi possono essere conservate fino a due anni, c’è tutto il tempo per gli accertamenti del caso e poi procedere", ha spiegato a Rainews 24 Stefano Sbaccanti, della struttura commissariale per l'emergenza Covid. "La campagna vaccinale prosegue - ha aggiunto - ci sono aumenti rispetto alle prime stime, tutte le dosi che arrivano andranno alle Regioni".

Commenti
    Tags:
    vacciniaustraliavaccini australiajohnson & johnson
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Il WWF lancia l'allarme leoni Popolazione crollata del 90%

    Green

    Il WWF lancia l'allarme leoni
    Popolazione crollata del 90%

    i più visti
    in vetrina
    Meteo choc, in arrivo forti piogge con rischio nubifragi. Niente caldo

    Meteo choc, in arrivo forti piogge con rischio nubifragi. Niente caldo


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Skoda Kodiaq, ordinabile in Italia

    Nuovo Skoda Kodiaq, ordinabile in Italia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.