A- A+
Coronavirus
Covid, appello dell'Ordine dei medici di Bari: "La Puglia diventi zona rossa"

"Il virus continua a diffondersi a una velocità preoccupante in Puglia. L'assessore Lopalco chieda subito al governo di rendere la Puglia regione rossa": è l'appello lanciato da Filippo Anelli, presidente dell'Ordine dei medici di Bari a fronte dei dati epidemiologici della Puglia. I numeri arrivati ieri, si fa notare dall'Ordine dei medici di Bari, rilevano come nell'ultima settimana (9-15 novembre) ci siano stati 8.737 nuovi casi, con un incremento giornaliero medio di 1.248, contro i 7.075 nuovi casi e una media giornaliera di 1011 della settimana precedente. Il totale dei ricoverati passa da 5.284 della settimana precedente agli attuali 8.120 (+ 2.836), mentre i pazienti in terapia intensiva passano da 754 a 1.053 (+299) e crescono anche i pazienti in isolamento domiciliare: sono saliti da 93.346 a 140.093 (+46.747). "Le restrizioni adottate non riescono ad arginare la diffusione del virus - aggiunge Anelli - con questi ritmi di crescita rischiamo il collasso del sistema. Urge adottare subito misure più restrittive"

Commenti
    Tags:
    coronaviruscovid-19pugliaemilianomedicimedici pugliesilockdownzona rossazona arancione
    in evidenza
    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    verso un mondo più sostenibile

    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    i più visti
    in vetrina
    Britney Spears, è guerra con il padre: "Rivoglio la mia vita"

    Britney Spears, è guerra con il padre: "Rivoglio la mia vita"


    casa, immobiliare
    motori
    Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

    Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.