A- A+
Costume
Bisogno di coccole? Ora sono in vendita
Le scene più famose dei film

Cuddle Up to Me. E' questo il nome del curioso negozio aperto a Portland da una giovane americana, Samantha Hess. In vendita ci sono coccole, carezze e abbracci, Un'ora di tenerezza con questa nuova professionista, la "coccolatrice", costa 60 dollari (meno di 50 euro). Il prezzo comprende coccole a letto con lei per un "livello di contatto umano che vogliamo o di cui abbiamo bisogno, per stare bene con noi stessi", dice. 

Un'iniziativa folle? Sembra, ma in realtà sta riscuotendo un grande successo. Perchè in tempi di amori liquidi, poliamori, amori usa e getta, alla fine l'affetto è quello che a molte persone più manca. "Ho ricevuto oltre 10.000 messaggi di posta elettronica in una settimana - ammette Samantha - ma l’azienda non è in alcun modo orientata ad un pubblico alla ricerca di esperienze erotiche". L'idea? "E' nata idea durante un momento buio della mia vita". 

"Le coccole alimentano una reazione neurobiologica nel nostro cervello che sostiene la gratificazione, l'accudimento reciproco e l'intimita' - afferma ad Affaritaliani.it lo psichiatra Michele Cucchi, Direttore Sanitario del Centro Medico Santagostino di Milano -. E' nei momenti di cambiamento, di stress e ansia che va ricercato equilibrio e gratificazione: al rientro dalla pausa estiva si deve ripartire di slancio ma senza eccessiva tensione. Per farlo, trovare lo spazio per gratificarsi e non immergersi solo nel senso del dovere e' funzionale all'obiettivo di una ripresa armoniosa e di successo. In questi momenti una coccola semplice come un gelato o un momento solo per se stessi, ricavato in una giornata di impegni e corse, e' salutare e sintomatico di grande capacità di gestione delle proprie emozioni oltre che del proprio tempo.

Perché gli italiani avvertono questo bisogno di baci, abbracci e tenerezze? Per la maggioranza (68%) le coccole aiutano ad allentare le pressioni dovute alla ripresa dello stress lavorativo. Secondo altri aiutano a ritrovare equilibrio (51%) e tengono vivi i ricordi dei bei momenti trascorsi durante le vacanze estive (45%).

Chi ricerca maggiormente le coccole? Rispetto a cio' che si puo' piu' comunemente pensare, gli uomini (58%) si dimostrano piu' desiderosi rispetto alle donne (42%). Questo perché la ricerca delle coccole, peculiarita' prettamente femminile, svanirebbe man mano che si va avanti con gli anni, gli uomini al contrario avrebbero bisogno di conferme continue e per questo tendono a dedicare piu' spazio alle effusioni per gratificarsi.

In quale momento dell'anno si avverte maggiormente il bisogno di coccole? Per oltre 5 italiani su 10 (52%) e' il periodo che coincide con il rientro dalle vacanze, quando si ritorna alla vita di tutti i giorni. Per altri corrisponde all'arrivo dei primi freddi autunnali (37%), periodo in cui il clima comincia ad essere ostile ed è usuale restare in casa, ma il momento in cui ci si coccola di più rimane comunque l'estate (61%).

Tags:
coccolevendita
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.