A- A+
Costume
Martello Copertina definiti

Di Maria Martello*

 

La vecchia storia del bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto è molto più complessa di quello che si crede. Coinvolge direttamente la nostra rappresentazione del mondo ed il rapporto con la realtà. Non si tratta, infatti, di negare l'aspetto positivo o negativo dell'esistenza, quanto di vedere in un evento o in una persona anche l'altra faccia, spostare l'angolo di osservazione.  

Ironia è parola antica, dal greco "eironeia", "finzione", un forma raffinata di rapporto con la realtà, che i filosofi greci, primo fra tutti Socrate, esercitavano per "aprire" varchi nuovi di conoscenza: un processo di "messa a nudo" della persona che, proprio attraverso l'espediente di un ironico chiedere "perché?", alla fine svelava la sua reale natura. Socrate, infatti, fingeva di non sapere ed in questo atteggiamento profondamente ironico, innescava un meccanismo di progressiva caduta di certezze assolute e lenta emersione di verità profonde.

Così è la sua "arte maieutica" altra parola greca che significa  "ostetricia", nella nota rappresentazione di questo personaggio da parte del suo allievo Platone: quel lento processo di "uscita" della verità da noi stessi, quasi come se fosse un parto, che ha nell'ironia il suo punto forte. Trovare la risposta facendo sempre domande è proprio l'atteggiamento di chi non si accontenta di quello che vede, dei ruoli recitati, e vuole, in qualche, modo far cadere il velo. Ma l'ironia è solo l'ultima tappa di un lungo ed elaborato percorso che parte dal semplice istinto del "ridere" ed arriva ad una delle forme più raffinate di conoscenza ed interpretazione della realtà: l'umorismo ed i suoi dintorni.

"SANARE I CONFLITTI", LO SPECIALE

Dalla coppia al lavoro, ecco come far funzionare le relazioni

Ridere fa bene

Impariamo a dare i nomi alle emozioni

Felicità? Non facciamo come la colomba di Kant

Oltre il dolore. Dentro c'è sempre la forza

Raccontarsi per riappropriarsi del sè

copertina Libro Sanare conf


Ridere e piangere sono le prime reazioni che abbiamo, quando, appena nati, apriamo gli occhi sul mondo: nessuno ce lo insegna, accade in risposta agli impulsi che riceviamo dall'esterno. Malessere per bisogno insoddisfatto uguale pianto, benessere per bisogno soddisfatto uguale sorriso: da qui siamo passati tutti. E' solo con la crescita, anche della consapevolezza, che scopriamo le cause del nostro piangere e del nostro ridere, anche se continuiamo a farlo lo stesso. E' un viaggio anche questo: dai sorrisi dei primi mesi di vita al riso delle prime forme di conoscenza e di riconoscimento del mondo, dei volti, dei suoni. Già a partire dalla fine del primo mese di vita, il bambino sorride alla voce della madre ed alle sue carezze: col tempo poi, il sorriso diventa una vera e propria forma di comunicazione . Cominciamo a ridere già a partire dal quarto mese, da quando, cioè, diversifichiamo le nostre reazioni agli stimoli esterni: non solo esprimiamo il benessere, ma anche la fine di un malessere.

Se non siamo vissuti  un ambiente in cui sorridere faceva  parte dei gesti quotidiani è molto probabile che non  abbiamo  interiorizzato questa modalità, non possiamo però privarcene e dobbiamo decidere di acquisirla e trarne i vantaggi che comporta. Dobbiamo noi quindi rieducarci per diventare quelle persone così piacevoli che chiunque desidera incontrare sulla sua via.

 

* Docente di Psicologia dei rapporti interpersonali. Formatrice A.D.R. Mediatrice dei conflitti. Autrice di Sanare i conflitti (Guerini e Associati Editore, Milano, 2010) nonché di Oltre il conflitto; Intelligenza emotiva e mediazione (McGraw-Hill, Milano, 2003); Conflitti, parliamone. Dallo scontro al confronto (Sperling e Kupfer, Milano, 2006); Mediazione dei conflitti e counselling umanistico. Lo spazio della formazione (Giuffrè, Milano, 2006); L'arte del mediatore dei conflitti Protolli senza regole, una formazione possibile (Giuffrè, Milano, 2008); Educare con SENSO senza disSENSO. La risoluzione dei conflitti con l'arte della mediazione (Franco Angeli, Milano, 2009); Mediatore di successo. Cosa fare/Come essere (Giuffrè Editore, Milano, 2011).

www.istitutodeva.it
maria.martello@tiscali.it

 

 

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
relazionecoppiaamorerapporti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


casa, immobiliare
motori
Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD

Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.