A- A+
Costume
Lavoro a maglia, tra i 26 e i 45 anni. Boom di uomini

I fan del lavoro a maglia si concentrano maggiormente nella fascia tra i 26 e i 45 anni, la percentuale degli uomini è in crescita e sempre più gli acquirenti dei kit si professano esperti e non “novizi”.
 
Questi alcuni dei dati del sondaggio di WE ARE KNITTERS - brand internazionale di moda, maglia e uncinetto, famosa per i suoi kit, e per aver creato online una comunità creativa di amanti del knitting e del DIY (Do It Yourself) -  che con l’occasione presenta la sua coloratissima collezione estiva.
 
Tra le proposte un kit dedicato all’innovativa tecnica del Petit Point, ispirata ai colori e alle ambientazioni di Los Angeles (e propedeutica anche alla realizzazione di elementi decorativi per la casa).

La base di partenza del Petit Point è la tradizionale tecnica del ricamo che viene convertita in una decorazione dai toni “urbani”, ispirata alla citta di Los Angeles, alle sue spiagge, le palme, le tavole da surf…
 
La tecnica del Petit Point è molto simile a quella del “punto a croce”, ma la differenza più importante riguarda il telaio: nel caso del Petit Point ha la forma quadrata per evitare che la tela perda la sua tenuta. In questo modo si raggiunge una finitura perfetta. Inoltre i punti del Petit Point sono diagonali e con ricami molto piccoli, in modo che il disegno finale sia “spesso”.
 
In occasione del lancio della nuova collezione estiva, WE ARE KNITTERS presenta anche i dati del sondaggio svolto con un campione di 500 individui, i cui risultati “raccontano” molto del mondo del knitting in generale.
 
Il progetto ideato dagli spagnoli María José Marín e Alberto Bravo oggi vanta oltre 25.000 kit venduti in 20 paesi del mondo, Italia inclusa.
 
Il dato più curioso emerso dal sondaggio riguarda certamente la percentuale degli acquirenti uomini nella community di WE ARE KNITTERS: il 5%, che rappresenta una realtà significativa se si pensa alla storia e alla tradizione totalmente “in rosa” di tale creativo passatempo. E non è tutto: il dato tende a crescere in occasione di festività che prevedono regali. Con l’ultima “Festa della Mamma”, per esempio, la community ha registrato il concreto interessamento – con acquisti – di una percentuale maschile dell’11%.
 
Qui di seguito gli altri highlights emersi dalla ricerca:
 
- La maggioranza (72%) ha un’età compresa tra i 26 e 45 anni, solo il 7% ha meno di 25 anni;

- L’83% dei clienti compra per uso personale, mentre un 17% compra per gli altri;

- Più del 74% crede di avere una buona conoscenza del knitting; a comprare non solo quindi solo i
principianti;

- Il 66% lavora a maglia perché è rilassante e il 40% lo fa perché rappresenta un hobby nuovo/una sfida;

- Quasi il 30% (3 su 10 intervistati) tesse perché crede nella moda sostenibile e perché ama l’idea di creare il proprio capo da indossare o regalare

- Più dell’81% degli intervistati ha comprato più di 2 volte tramite il sito di WE ARE KNITTERS.

 
 

Tags:
lavoro a magliawe are knittersknitting tendenza
in evidenza
Tra iperemesi e anoressia Paura nel Regno Unito per Kate

La principessa pesa 45 chili, preoccupati sudditi e fan

Tra iperemesi e anoressia
Paura nel Regno Unito per Kate


in vetrina
Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla

Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla

motori
De Meo (Acea): Ue metta in campo politica automobilistica ambiziosa

De Meo (Acea): Ue metta in campo politica automobilistica ambiziosa

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.