A- A+
Costume
Melania Trump pronta per Natale: rosso e simboli patriottici alla Casa Bianca
Foto IPA

La First Lady degli Stati Uniti Melania Trump ha saltato la tradizionale presentazione della stampa delle decorazioni natalizie della Casa Bianca, twittando un video di 56 secondi di sé stessa che vaga per le stanze luccicanti, vestita con un cappotto e stivali scuri. La moglie del presidente ha deciso "di lasciare che le decorazioni parlino da sole", ha detto la sua portavoce Stephanie Grisham. Decorazioni che saranno ammirate questa sera in occasione di un ricevimento della coppia presidenziale.

I media sono stati invitati a fare un rapido tour autoguidato di 30 minuti attraverso i corridoi che conducono allo Studio Ovale addobbati con oltre sei chilometri di luci e 12.000 archi, messi in piedi negli ultimi giorni con l'aiuto di 225 volontari. Il tema di quest'anno è 'Tesori Americani', con una scenografia molto differente dal tono bianco ghiaccio scelto l'anno passato.

Tra i colori predominanti, il rosso dei 40 alberi che fiancheggiano il colonnato est e dei 14.000 ornamenti appesi ai 29 alberi del Grand Foyer e della Cross Hall. "La scelta del rosso richiama le strisce del sigillo presidenziale progettato dai nostri padri fondatori. È un simbolo di valore e coraggio", fa sapere l'ufficio della First Lady. Ma gli ornamenti non convenzionali hanno già suscitato reazioni diverse sui social, dove viene descritto come "il corridoio degli omicidi di Yuletide (la festa del solstizio d'inverno, ndr) o "il viale di alberi rosso sangue".

Rosse anche le decorazioni della Green Room, che celebrano la generosità e la mietitura del paese e comprendono frutta, cereali e verdure, inclusi carciofi e pomodori, disposti ad arte su mensole e tavoli antichi. Nell'East Room, quattro mensole poste sui caminetti mostrano invece gli skyline di New York, St. Louis, Chicago e San Francisco per mettere in risalto la diversità e l'ingegnosità dell'architettura e del design americani.

La stanza Vermeil mostra due alberi che brillano in tonalità di blu e oro. All'interno della China Room ci sono tre tavoli, con repliche delle precedenti cene statali che usano pezzi della collezione permanente della Casa Bianca. Evidenziano diverse epoche di cene di stato: Theodore Roosevelt Administration, John F. Kennedy Administration e Donald J. Trump Administration sono tutti rappresentati.

Nella Blue Room, (sala di rappresentanza della residenza) l'albero di Natale ufficiale della Casa Bianca è alto quasi 5,5 metri ed è ornato con oltre 152 metri di nastro di velluto blu con ricamati in oro i nomi di tutti gli stati. Entrando nella Red Room, il motto della campagna 'Be Best' ('sii migliore') - fortemente voluta dalla first lady contro il cyberbullismo e la discriminazione - è ricordato sulle palline che ornano l'albero e sulle matite che compongono la ghirlanda appesa vicino alla finestra. La tradizionale casa di marzapane è infine una riproduzione della Casa Bianca, creata con più di 130 chilogrammi di pane di zenzero.

Nell'ala est, lo spirito del patriottismo caro al marito è visibile soprattutto nell'albero genealogico 'Stella d'oro', che onora tutte le truppe e le famiglie che hanno sacrificato tutto per proteggere la libertà americana. Stelle dorate e nastri patriottici decorano l'albero e i visitatori sono incoraggiati a scrivere messaggi ai loro cari che sono in servizio o all'estero.

"Questo è un momento gioioso dell'anno in cui decoriamo la Casa Bianca per la stagione natalizia", ha detto Melania in una dichiarazione, aggiungendo che "il nostro tema onora il cuore e lo spirito del popolo americano": "Grazie ai numerosi volontari e collaboratori che hanno lavorato duramente per decorare le sale della People's House in allegria natalizia. A nome della mia famiglia, auguriamo a tutti un buon Natale e un felice anno nuovo".

Per tutto il mese di dicembre, la Casa Bianca ospiterà più di 100 case aperte e molti ricevimenti. Più di 30.000 visitatori percorreranno le sale partecipando a tour pubblici.

Melania Trump, cappotto geometrico Dior. FOTO

Melania Trump ha sfoggiato un cappotto geometrico Dior di vari colori per la Festa del Ringraziamento. Una scelta non troppo azzeccata se si considerano le polemiche di queste settimane per le sue "spese folli".

Melania Trump, polemica sopese folli: 174 mila dlr per un giorno (senza notte) Toronto



Centosettantaquattromila dollari di spese per un giorno (senza notte) a Toronto: e' il sorprendente conto presentato alle casse federali statunitensi dalla First Lady, Melania Trump, lo scorso anno. Lo ha rivelato Quarz, website di notizie d'attualita', al quale la portavoce, Stephanie Grisham, si e' affrettata a spiegare che le spese sono in parte attribuibili al pool che precedette Melania per definire "tutte le misure di sicurezza, le cure mediche, le comunicazioni, le necessita' del settore automobilistiche, la logistica", tutti costi "legalmente obbligatori" per i viaggi ufficiali. In realta', a Quarz risulta che il team costo' altri 18 mila dollari. Come che sia, il conto a Toronto fa sembrare un'inezia i 95 mila dollari spesi da Melania per meno di mezza giornata di soggiorno all'Intercontinental Cairo Semiramis, della capitale egiziana, al termine del suo tour in Africa.



Thanksgiving per Melania e Donald: Trump grazia tacchini ironizzando su midterm e giudici



Come vuole la tradizione, in vista della Festa del Ringraziamento in calendario giovedi', il presidente americano Donald Trump ha graziato due tacchini durante una cerimonia nel Rose Garden della Casa Bianca, alla presenza della first lady Melania. Anziche' finire sulla tavola come altri 50 milioni di esemplari, i due tacchini Peas e Carrots, rispettivamente di 17 e 18 chili, originari del South Dakota, passeranno il resto della loro vita in un impianto agricolo della Virginia Tech University, insieme a Drumstick e Wishbone, graziati da Trump lo scorso anno, nonche' a Tater e Tot ai quali aveva risparmiato la vita l'ex presidente Barack Obama. "Il vincitore di questo voto e' stato deciso con un'elezione corretta e aperta sul sito della Casa Bianca. E' stata un'elezione equa. Sfortunatamente Carrots si e' rifiutato di concedere la vittoria e ha chiesto un riconteggio... Carrots sono spiacente di dirti che il risultato non e' cambiato", ha ironizzato il presidente riferendosi con soddisfazione al voto in Florida per il Senato, andato al riconteggio ma confermando la vittoria del candidato repubblicano Rick Scott.

Anche i tacchini da graziare vengono eletti, con un sondaggio sul sito web della Casa Bianca. Peas e' arrivato primo, con un vantaggio di appena l'1%. Il presidente ha dunque scherzato sulle inchieste che i democratici intendono lanciare ora che hanno riconquistato il controllo della Camera dei Rappresentanti, avvertendo i tacchini che potrebbero entrambi ricevere "un ordine di comparizione". Trump ha poi inviato una stoccata ai giudici che bloccano le sue decisioni, soprattutto quelli del Nono circuito, dicendo che la grazia potrebbe venire bloccata da un ordine del tribunale. Alla fine della cerimonia, il presidente ha assunto un tono piu' istituzionale, esprimendo riconoscenza per i militari in servizio in questi giorni di festa e chiedendo agli americani di pregare per le vittime degli incendi in California nei quali sono morte almeno 79 persone. La prima cerimonia documentata di grazia del tacchino risale al presidente John F. Kennedy nel 1963 ma non e' stata seguita con continuita' dai successori fino a quando e' stata rilanciata da George H.W.Bush nel 1989.

Melania Trump e Ivanka, scontro tra prime donne alla Casa Bianca 

Lo staff della Casa Bianca e' in difficolta' nella gestione dei ruoli e delle agende della first lady, Melania Trump, e della first daughter, Ivanka Trump, il cui rapporto viene descritto dal New York Times come "complicato". Secondo il quotidiano newyorkese queste difficolta' si sono manifestate in modo esplicito nei distinti viaggi delle due prime donne in Africa. Melania Trump ha compiuto il suo primo viaggio senza il presidente in Africa, a ottobre.

Melania Trump e Ivanka Trump, "guerra" tra prime donne alla Casa Bianca 

Ma Ivanka, anche consigliere di Trump, aveva pianificato un viaggio simile gia' a gennaio, con l'intenzione di sottolineare il suo interesse nello sviluppo del Continente nero. Secondo il New York Times, la first lady e la first daughter vedono il loro ruolo in modo differente, ma spesso sovrapposto: raramente sono apparse insieme e non hanno mai promosso iniziative congiunte da quanto Melania Trump si e' trasferita a Washington.

Melania e Ivanka Trump, "difficile gestire i ruoli". Rumors Casa Bianca

La portavoce della moglie di Trump, Stephanie Grisham, ha dichiarato che "l'ufficio della first lady e' concentrato sulle sue iniziative e lavora in modo indipendente, anche se spesso collabora su una serie di progetti con la West Wing (l'ala della Casa Bianca dove si trovano gli uffici amministrativi) e abbiamo una relazione di lavoro molto positivo".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
melania trumpmelania trump ivankaivanka trumpmelania ivanka trump guerramelania trump lookmelania trump fotomelania trump spesemelania trump cappottomelania trump shoppingmelania trump dior
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.