A- A+
Costume
Miss Italia 2015, ecco chi è Alice Sabatini. FOTO
“Sono felice, ancora non ci credo, faccio fatica a realizzare…”. Sono le prime parole di Miss Italia 2015 Alice Sabatini, diciottenne di Montalto di Castro, in provincia di Viterbo, eletta al termine della diretta televisiva condotta da Simona Ventura su La7. Seconda classificata la veneta Letizia Moschin, terza la campana Vincenza Botti.
 
Alta 1,78, occhi marroni e capelli castani, Alice è diplomata in Biotecnologie Sanitarie, vorrebbe laurearsi in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche e trovare un lavoro che le permetta di viaggiare per il mondo. In particolare, il suo desiderio è quello di avviare una propria attività per la produzione di cosmetici… ma sogna anche una carriera da attrice.
 
Alice è, soprattutto, una sportiva: ha militato in una squadra di basket di A2. Porta i capelli corti e ama vestire con un look ‘wild&chic’. Si definisce “equilibrata, disinvolta e senza pregiudizi”. 
 
Nel corso della trasmissione, Alice Sabatini ha anche conquistato la fascia di Miss Cinema 2015, titolo che si somma a quello di Miss Italia. Mantiene inoltre il titolo nazionale di Miss Diva e Donna 2015, anche questo cumulabile per regolamento.
 
Cede invece la fascia di Miss Compagnia della Bellezza, assegnatale dagli sponsor, a Ginevra Bertolani, 20 anni, di Lucca. Alice ha vinto in tutto 5 titoli, due dei quali ceduti. Non succedeva dai tempi di Mirka Viola, eletta Miss Italia 1987 ma subito squalificata perché sposata e madre di un bambino, contro il regolamento di quegli anni.
 
LA SECONDA GUERRA MONDIALE - "Avrei voluto essere nata nel 1942 per vivere la Seconda Guerra Mondiale, anche se essendo una donna non avrei potuto fare il servizio militare". Lo ha rivelato, sollevando qualche polemica, Alice Sabatini durante la finale della kermesse su La 7. Interrogata da uno dei giurati, Claudio Amendola, riguardo al periodo storico che le sarebbe piaciuto vivere, la giovane ha risposto: "1942, per vedere realmente la Seconda Guerra Mondiale; sui libri ci sono pagine e pagine, io vorrei viverla per davvero".
 
Con Alice Sabatini il Lazio è la regione che detiene il maggior numero di Miss Italia (ben 11), a pari merito con la Sicilia. Seguono la Lombardia con 10, il Veneto con 6, il Friuli e la Calabria con 5, il Piemonte e la Toscana con 4 a testa, Campagna e Marche con 3, Emilia Romagna, Liguria, Sardegna e Umbria con 2, Puglia Abruzzo e Trentino Alto Adige con una sola miss. Il Lazio non vinceva il titolo dal 2000, l’anno di Tania Zamparo. I concittadini di Alice hanno potuto seguire la proclamazione in diretta, attraverso un maxischermo installato in Piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa. Un’iniziativa che rimarca l’affetto del pubblico nei confronti del concorso.
 
Il Veneto guadagna, invece, il secondo posto per la seconda volta consecutiva: l’anno scorso si era classificata Sara Nervo.
Tags:
miss italia 2015alice sabatini
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.