A- A+
Costume
Ora legale: bisogna abituare il corpo, rischio disturbi del sonno

Ora legale addio… sì, ma nel 2021. Nonostante proprio ieri il Parlamento Europeo ne abbia votato la definitiva abolizione, la risoluzione entrerà infatti in vigore solo tra due anni. Il prossimo weekend quindi, nella notte tra sabato 30 e domenica 31 marzo, gli italiani si troveranno a dover, come di consueto, “portare avanti” le lancette dell’orologio.

Se nelle settimane a venire un’ora di luce in più, l’allungamento delle giornate e la maggiore esposizione al sole ci regaleranno numerosi benefici psico-fisici, il prossimo fine settimana perderemo un’ora di sonno e ne pagheremo le conseguenze: il turbamento del nostro orologio naturale si può infatti riflettere spiacevolmente sul nostro organismo.

 “Questo cambiamento apparentemente piccolo del ritmo sonno-veglia, in realtà, può generare, nei soggetti predisposti, disturbi del sonno e disagi psicologici diurni, come nervosismo e irritabilità. È possibile ridurre questi effetti con piccoli accorgimenti da adottare 3-4 giorni prima del cambio dell’ora. Il più importante è quello di adattare l’organismo a questo cambiamento con gradualità, quindi anticipando di 15-20 minuti l’addormentamento e la veglia. Bisogna evitare cene in tarda serata, o spuntini notturni e favorire l’attività fisica di primo mattino”, ha commentato Francesco Somajni, psichiatra di Top Doctors®.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    ora legalecorpodisturbi sonno
    in evidenza
    Ciclone al Sud, sole al Nord Il meteo divide l'Italia in due

    Come sarà il weekend

    Ciclone al Sud, sole al Nord
    Il meteo divide l'Italia in due

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


    casa, immobiliare
    motori
    Auto Europa 2022, Qashqai è la vettura più votata dalla Giuria Popolare.

    Auto Europa 2022, Qashqai è la vettura più votata dalla Giuria Popolare.


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.